Ilenia Zodiaco, protagonista su YouTube (e non solo) con le sue apprezzate recensioni letterarie, ci racconta il mondo dei booktuber internazionali, una community protagonista in particolare negli Usa, in Inghilterra e Australia. Ecco chi sono gli influencer più interessanti (e competenti), sia nell'ambito della narrativa young adult sia della cosiddetta literary fiction...

Booktube – ovvero il mondo degli youtuber che parlano di libri – è una community internazionale che, benché diffusa in tutto il mondo, com’è naturale, ha trovato maggiore fortuna nei paesi anglofoni. Non è un caso infatti che i booktuber con il maggior numero di iscritti appartengano agli Stati Uniti, all’Inghilterra e all’Australia.

xtinemay
xtinemay

Partiamo appunto dall’americana triade invincibile ovvero quella formata dagli esuberanti xtinemay (Christine Riccio, più di 370.000 follower), Katytastic (Kat O’Keeffe, 245.000) e jessethereader (jesse george, 237.000). Si occupano principalmente di letteratura young adult ma in generale i loro canali sono ormai aperti a tutto il mondo dell’entertainment, non solo si ingegnano nel creare dei veri e propri sketch comici, ma ospitano anche interviste ad autori, collaborazioni con il cast di serie tv e blockbuster hollywoodiani. L’approccio è quello del fan “competente”, ben inserito in una community, che fa da nodo della rete, da cassa di risonanza per informare e entusiasmare una platea di lettori. La loro è un’impronta decisamente commerciale, ormai perfettamente integrata al lavoro delle case editrici che, avendo captato l’importanza che questi influencer hanno sui fandom, non si limitano ad inviare libri ai booktuber ma li coinvolgono attivamente nella promozione del loro catalogo. A giudicare dalle attività di questi utenti, infatti, possiamo considerare il booktuber un asset decisivo per la pubblicità e quindi in questo caso va a costituirsi come un vero e proprio lavoro.

Spostandoci in Inghilterra, troviamo altri casi interessanti. Benché in questo caso i numeri siano decisamente più piccoli e il target non sia più quello dei “fan” dei prodotti di genere bensì quello della cosiddetta literary fiction, anche in Inghilterra il booktuber è ben più di un semplice lettore appassionato.

Katytastic
Katytastic

I canali più in vista come quello di booksandquills (169.000 iscritti), Jean Bookish Thought (50.000 iscritti) e Jen Campbell (37.000 iscritti) hanno partecipato alla promozione social del Man Booker Prize, uno dei premi letterari più importanti del mondo. Sono state invitate a compiere una vera e propria maratona di lettura dei titoli arrivati in finale e a discuterne successivamente nei loro canali.

A confermare il fatto che i grandissimi numeri non pregiudicano l’attività e la competenza di un booktuber, ecco un altro esempio. Mercedes Mills di MercysBookishMusings (canale da 32.264 iscritti – nella foto grande, ndr) ha avviato un interessante progetto – ora concluso – che coinvolge direttamente l’editoria indipendente, chiamato the moth box. Iscrivendosi, si riceve ogni mese una scatola che contiene due libri, selezionati da Mercedes, pubblicati da un editore indipendente.

jessethereader
jessethereader

Booktube quindi è un mondo ibrido nel quale YouTube può essere benissimo soltanto uno dei canali in cui si è attivi, lo dimostra il fatto che spesso questi booktuber sono anche scrittori (è il caso di Jen Campbell, ad esempio) o lavorano in editoria (Sanne di booksandquills lavora per Penguin), anche come freelance. Quest’ultimo caso è quello di Ariel Blisset – 129.000 iscritti – che da un passato da fangirl canadese, appassionata di young adult, è passata ad un master in letteratura a Londra, alternandolo ai suoi lavori come creator indipendente di cui parla spesso nel suo canale.

Doveroso menzionare tutti quei booktuber che, benché provengano dalle più disparate parti del mondo, decidono di adottare l’inglese per raggiungere persone che vanno al di là dei loro confini nazionali. Hanno numeri piccini ma sono forse i canali più arricchenti proprio per la varietà dei libri che leggono (non interfacciandosi solo con il mercato anglosassone), per le differenze culturali e di stili di vita.

Booktube quindi è quel luogo in cui si può ascoltare un minuto prima un ragazzo turco che parla di saggistica (WhatKamilreads) e subito dopo un ragazzo italiano che parla con grande competenza e passione della letteratura americana (The bookchemist). E infine una ragazza svizzera (Tall Tales) che apre discussioni interessantissime sul significato della lettura e su come avere un approccio critico ai testi.

Booktube quindi non è soltanto un luogo dalle potenzialità commerciali per gli editori, un luogo dove si riuniscono i fandom e dove scambiarsi semplici consigli tra lettori. È anche una community in cui imparare, dove convivono una ragazza australiana che ci parla di letteratura per l’infanzia e libri illustrati (WordsofaReader, 23.000 iscritti) e un canale di moda di enorme successo come quello di Sunbeamsjess (445.000 iscritti) all’interno del quale, però, troviamo anche tantissimi consigli di lettura.

YouTube è un sito di difficile definizione perché giustamente è fatto dai creators che lo abitano e Booktube non fa differenza, sono tanti gli utenti che si prodigano ad arricchirlo, non soltanto chi carica i video ma anche tutti quelli che intervengono nelle discussioni, che leggono perché consigliati dai booktuber, che rimettono in circolo il passaparola e l’amore per la lettura. Pertanto questa guida è da considerarsi assolutamente un work in progress, aperto a qualsiasi nuovo suggerimento.

L’AUTRICE – Qui gli articoli di Ilenia Zodiaco per ilLibraio.it

 

 

Commenti