"A proposito di niente", autobiografia del regista, attore e scrittore Woody Allen, non uscirà negli Usa dopo le proteste dei dipendenti della casa editrice Hachette e le prese di posizione di Ronan e Dylan Farrow - I dettagli

Nei giorni scorsi la notizia della pubblicazione in contemporanea mondiale, il prossimo 7 aprile, di A proposito di niente, autobiografia del regista, attore e scrittore Woody Allen, ha fatto molto discutere. Alla fine l’editore americano del libro, Hachette, ha però deciso di non pubblicare più il libro a seguito delle proteste dei suoi dipendenti sotto la sede della casa editrice, a New York.

I dipendenti di Hachette hanno infatti sostenuto la presa di posizione di Ronan Farrow, figlio di Allen e Mia Farrow e autore del bestseller Catch and Kill, libro che ha dato una spinta importante al movimento #metoo.

Ronan e Dylan Farrow (figlia adottiva), come ricorda Il Post, da sempre accusano il padre di molestie sessuali. Ronan in particolare, a seguito dell’annuncio della pubblicazione dell’autobiografia del padre, si è detto tradito da Hachette, la sua casa editrice.

“Ronan ha dato voce a molte sopravvissute di molestie sessuali da parte di uomini potenti”, ha aggiunto Dylan, che ha raccontato di non essere stata contattata dalla casa editrice per verificare quanto scritto da Woody Allen.

Il libro di Allen, dunque, non uscirà negli Usa (tra l’altro, anche A Rainy Day in New York, il suo ultimo film, non è uscito negli Stati Uniti), ma verrà pubblicato in Francia, Germania, Spagna e in Italia, come confermato da Elisabetta Sgarbi, direttrice della Nave di Teseo.

Commenti