Volete sapere come si è conclusa la vicenda di Fluffy, il cane a tre teste di Hagrid? Siete curiosi di sapere dove trovare gli inediti di Harry Potter? Vi chiedete come scriva tutti i suoi libri J.K. Rowling? Scoprite le risposte a tutte (o quasi) le vostre domande...

Come sanno bene i suoi milioni di fan (di tutte le età), negli ultimi anni J.K. Rowling  (Yate, 31 luglio 1965), l’autrice britannica della saga di Harry Potter, 7 romanzi fantasy che raccontano le avventure del giovane mago e dei suoi migliori amici, Ronald Weasley ed Hermione Granger, nella Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts (ma non solo), è tornata con lo pseudonimo Robert Galbraith, con cui ha firmato Il richiamo del cuculo e Il baco da seta (pubblicati in Italia da Salani) gialli che vedono protagonista l’ex militare Cormoran Strike che, dopo aver perso una gamba, decide di fare l’investigatore privato; i romanzi, tra l’altro, saranno protagonisti di una serie tv per Brontë Film and TV (in onda sul primo canale della BBC), dopo Il seggio vacante (che racconta le lotte interne alla cittadina di Pagford per occupare il seggio nel consiglio municipale lasciato vacante dalla prematura morte di Barry Fairbrother) ha riscosso un grande successo televisivo oltremanica.

Ma pensate di sapere tutto sulla scrittrice di Edimburgo? Ecco una raccolta di alcune curiosità su J. K. Rowling.

L’ultima novità che la riguarda?
Il 14 aprile uscirà (in Inghilterra) il suo nuovo libro autobiografico Very Good Lives

1 – Nel suo vero nome non c’è alcuna K, o meglio non si sa: c’è chi sostiene che sia l’abbreviazione di Kathleen, nome di sua nonna; oppure che sia l’iniziale del nome di suo nonno, inserito ad hoc dopo la J perché così, alla prima uscita di Harry Potter, il pubblico non si sarebbe chiesto se fosse una donna o un uomo…

– La scena del binario 9 e tre quarti di Harry Potter è stata girata nella stazione di King’s Cross, tra il binario 4 e il binario 5; dopo il film è stato installato, per appassionati e turisti, un binario 9 e tre quarti (tra il nono e il decimo binario).

harry

3 – Tra le band preferite dall’autrice, The Smiths e The Clash;

4 – Molti di voi già lo sapranno:  J.K. Rowling scrive sempre tutti i suoi libri a mano, molto spesso in bar o pub, tra cui il celebre The Elephant House, dove scrisse il primo romanzo di Harry Potter.

elephant

5 – Prima della sua pubblicazione (ricordiamo che il primo titolo della saga di Harry Potter è stato pubblicato in Inghilterra nel 1997 e che è uscito per la prima volta in italia per Salani nello stesso anno), 20 case editrici avevano rifiutato di proporle un contratto per il libro;

hp

– Restiamo a Harry Potter: il personaggio di Albus Silente è ispirato al preside delle sue scuole elementari, Alfred Dunn;

7 – Dalla saga alla famiglia della Rowling, che ha avuto 3 figli da due mariti: Jessica da Jorge Arantes, David e Mackenzie da Nill Murray;

Harry Potter è stato scritto per contribuire alle spese e per pagare le bollette del gas, dopo la nascita della prima figlia;

9 – La Rowling ha ricevuto un’onorificenza come Ufficiale dell’Ordine dell’Impero Britannico per il suo contributo offerto alla letteratura;

10 – Il suo primo racconto si intitolava Rabbit: lo scrisse a sei anni;

11 – La Rowling ha dichiarato che Hermione è un personaggio autobiografico…

12 –  Harry Potter nella finzione e la Rowling nella realtà, compiono gli anni nello stesso giorno, il 31 luglio;

13 – La scrittrice britannica è una nota filantropa: va ricordato il ruolo dei libri “extra-HP” e del manoscritto contenente il prologo della serie, i cui proventi vengono spartiti in favore di diverse associazioni anti-povertà che aiutano i bambini;

14 – Il 31 agosto 2010 ha donato 10 milioni di sterline per favorire la creazione di una clinica specializzata nella ricerca sulla sclerosi multipla (che ha portato alla morte la madre, all’età di 45 anni);

15 – Il 14 aprile 2012 ha lanciato il sito Pottermore in cui propone agli appassionati inediti, quiz, giochi e tante altre curiosità legate al mondo di Harry Potter;

Pottermorejune17

16 – Il suo primo libro dopo Harry Potter si intitola Il seggio vacante: parlando dei temi del romanzo, ha dichiarato che è un libro “molto inglese” e difficilmente transponibile sul grande schermo, per la forte attenzione all’interiorità dei personaggi;

seggio

17 – Dal libro è stata tratta la miniserie di 3 puntate The Count Vacancy  trasmessa dall BBC con un pubblico di 7 milioni di telespettatori (in media);

18 – Per  Il richiamo del cuculo e Il baco da seta, si è “celata” sotto lo pseudonimo di Robert Galbraith al fine di ottenere un feedback di lettura indipendentemente dal proprio nome, e far appassionare i lettori alle vicende dell’investigatore Cormoran Strike;

cuculo

19 – Amazon ha dichiarato che le vendite del libro sono aumentate di circa il 500.000% solo nella mattinata dopo la notizia della reale identità dell’autrice;

baco

20 – Il 6 febbraio 2015 ha risposto a una serie di curiosità dei fan di Harry Potter su Twitter, tra le quali spicca questa: “Che cosa è successo a Fluffy (il cane a tre teste di Hagrid donato da un greco in un pub, ndr) dopo che è stato liberato nella foresta? Spero sia ritornato a Hogwarts per la battaglia!”; ha scritto la Rowling: “E’ stato ‘rimpatriato’ in Grecia. Silente ha voluto riportare le ‘assurde’ creature di Hagrid nei loro paesi di provenienza, non che fossero lasciate nella foresta”;

capture

LEGGI ANCHE:

I romanzi della Rowling (con lo pseudonimo di Robert Galbraith) diventano una serie tv

Alla scoperta della Londra di Robert Galbraith: il nostro tour nei luoghi dei gialli di Robert Galbraith, pseudonimo di J. K. Rowling, l’autrice di Harry Potter

Commenti