Da Tom Hanks bocciato per i suoi racconti a James Franco e David Duchovny che, al contrario, sono apprezzati anche dalla critica letteraria. Fino ad arrivare al caso di Viggo Mortensen che, oltre che grande attore, è poeta, fotografo, musicista e addirittura editore...

Come ha raccontato nei giorni scorsi Repubblica, che ha dedicato un approfondimento firmato da Elena Stancanelli al tema della fascinazione per la letteratura da parte delle star di Hollywood, da un lato ci sono numerosi attori che firmano libri autobiografici (quasi sempre con fini puramente commerciali) o storie per bambini, dall’altra troviamo, invece, un nutrito gruppo di star “che sentono davvero il sacro fuoco, anelano le sudate carte”. Certo, in questi ultimi casi non sempre il risultato è premiato da pubblico e critica. Ad esempio, Tom Hanks, in uscita con una raccolta di racconti, è stato bocciato dal Guardian per un suo testo (con protagoniste alcune macchine da scrivere) apparso sul New Yorker

Dal canto suo, Steve Martin, nome amatissimo della commedia hollywoodiana, è uno che, al contrario del noto collega, ce l’ha fatta anche in ambito letterario. L’interprete dell’ispettore Clouseau (ruolo che fu di Peter Sellers) nel remake de La Pantera Rosa è infatti anche un grande appassionato d’arte moderna, oltre che collezionista d’arte a sua volta (e, tra le altre cose, è collaboratore di New Yorker e New York Times). Proprio da questa sua passione è nato Oggetti di bellezza (in Italia pubblicato da Isbn edizioni), intrigante romanzo ambientato nel mondo dell’arte contemporanea, satira di un ambiente tanto patinato quanto misterioso…

E veniamo a James Franco, autore della raccolta di racconti In stato di ebrezza, pubblicata da minimum fax, che ha segnato l’esordio narrativo di uno degli attori del momento (spesso tentato dai ruoli “letterari”, tra l’altro). Nei mesi scorsi è uscito il suo secondo libro: A California Childhood.

Dal cinema alle serie tv: l’anno scorso Gillian Anderson (Dana Scully nella serie cult X-Files) ha pubblicato A Vision of Fire, un thriller fantascientifico  in cui dei legami mistici sembrano unire una serie di incidenti apparentemente non connessi tra loro…

Sempre a proposito di X-Files, è appena uscito negli Usa Holy Cow di David Duchovny: e la protagonista, Elsie Bovary, è una mucca che decide di scappare dalla fattoria insieme a un maiale e a un tacchino… La critica Usa ha promosso il libro, definendolo sperimentale e al tempo stesso divertente.

 

Chiudiamo con un big del cinema contemporaneo: Viggo Mortensen. Che, nel 2002, assieme all’amica Pilar Perez, ha fondato la casa editrice Perceval Press. Come ricorda Elena Stancanelli, oltre che attore ed editore, l’attore statunitense (di origine danese) è anche poeta, fotografo e musicista… Non a caso, i libri dell’autore-editore sono un mix di poesie, immagini e… suoni.

LEGGI ANCHE:

10 cose che un attore scopre quando scrive un romanzo

Commenti