Walt Disney ha fatto dell'avventura un tema essenziale e costitutivo del suo lavoro di produttore. E per il quarantatreesimo Classico Disney, si è ispirato direttamente a "L'Isola del Tesoro" di Robert Louis Stevenson. La pellicola, uscita 2002, s'intitola "Il Pianeta del Tesoro", ed è diretto da Ron Clements e John Musker... - (spoiler alert)

Walt Disney ha fatto dell’avventura un tema essenziale e costitutivo del suo lavoro di produttore. E per il quarantatreesimo Classico Disney si è ispirato direttamente a L’Isola del Tesoro di Robert Louis Stevenson. La pellicola, uscita in Italia il 20 dicembre 2002, s’intitola Il Pianeta del Tesoro, ed è diretto da Ron Clements e John Musker.

Il pianeta del tesoro disney

Da quando è bambino, Jim Hawkins è appassionato di storie sui pirati, specialmente sulle avventure del capitano Nathaniel Flint sul leggendario Pianeta del Tesoro. Vive sul pianeta Montressor con la madre Sarah e, dopo che il padre scappa di casa, diventa un adolescente problematico, che si caccia sempre nei guai.

Un giorno, a diciassette anni, dopo essere venuto in possesso della mappa spaziale che indica l’esistenza del Pianeta del Tesoro Jim, insieme al dottor Doppler, un astrofisico amico di famiglia, decide di partire alla ricerca di questo pianeta. I due partono con la nave comandata dal capitano Amelia, che mette sotto chiave il globo e spedisce Jim a fare il mozzo per il cuoco di bordo, John Silver: è un cyborg che instaurerà col ragazzo un rapporto quasi paterno. Una notte Jim scopre che Silver e altri parlano di ammutinarsi: il loro obiettivo è di rubare il tesoro, una volta trovato il Pianeta. Ma presto Silver scopre Jim, che è costretto a scappare con il capitano Amelia, mentre sulla nave l’ammutinamento è in atto. Dopo un atterraggio di fortuna, Amelia, il Doppler e Jim incontrano il robot B.E.N. (Biointelligenza Elettro-Numerica), che ha lavorato proprio con il capitano Flint e che ha perso, però, parte della sua memoria interna. Ma Silver li trova e ordina a Jim, che ha recuperato il globo-mappa, di condurlo al tesoro. Una volta scoperto il nascondiglio, Jim recupera la memoria di B.E.N, e mentre i pirati si trastullano nell’oro, B.E.N. ricorda che il sistema di sicurezza ideato da Flint distruggerà l’intero pianeta, se qualcuno si introduce nella sala del tesoro. E, mentre tutto sta andando a fuoco e Jim è in pericolo di vita, Silver abbandona l’oro per salvare il ragazzo.

Che tipo di
avventura fa per te?

Scoprilo con il nostro test

Walt Disney ha tenuto parecchi elementi del romanzo d’avventura di Stevenson: innanzitutto si tratta di un romanzo di formazione, in cui un ragazzo, Jim appunto, impara a conoscere se stesso attraverso un viaggio memorabile, grazie al ritrovamento di una mappa del tesoro. Mescola il tema piratesco a quello dell’isola deserta (usando come modello Robinson Crusoe), il fascino della scoperta dell’ignoto e il rapporto, conflittuale, tra il Bene e il Male.

Commenti