Leggere è come camminare: c'è chi va sempre di corsa e chi preferisce godersi la passeggiata. Per questo non c'è niente di male nel leggere lentamente, anzi, sembra che prendersela comoda tra le pagine di un libro faccia bene e sia un'ottima scusa per staccare la spina...

Ogni settimana le nuove uscite affollano le librerie e alcuni lettori, per stare al passo, si sentono in dovere di “divorare” i libri, leggendo centinaia di pagine in pochi giorni. Non tutti però riescono a trarre piacere da questo tipo di lettura, e in particolare negli Stati Uniti negli ultimi tempi si è parlato di come leggere lentamente sia una scelta.

Per troppo tempo, infatti, leggere lentamente è stato sinonimo di pigrizia: impiegare un mese a finire un solo volume è un’abitudine vista in cattiva luce, quasi come sbirciare il finale della storia o saltare delle pagine. Invece ora da Bustle al Washington Journal, online ma non solo, si dedica spazio alla lettura lenta, descritta come un passatempo sano e antistress.

Sui benefici della lettura abbiamo parlato anche noi lungamente, quindi che si legga lentamente o meno, conosciamo già molto bene i molteplici effetti di questa attività sulla mente. Tuttavia, l’argomento che interessa di più negli USA è la lentezza: leggere con calma è diventato quasi l’emblema di quello che un po’ tutti vorremmo fare, staccare la spina.

leggere libri lettori lettrice libro

Leggere lentamente significa impiegare anche più del necessario a girare pagina, implica indugiare sulle parole, ascoltare il ritmo delle frasi e rileggerle per coglierlo meglio. Per leggere lentamente bisogna ritagliarsi un lasso di tempo da dedicare unicamente al libro e si devono tagliare fuori le distrazioni, soprattutto quelle elettroniche, come smartphone e computer.

lettrice leggere libri libro treno bus

LEGGI ANCHE – Iniziare dalla fine

Ma soprattutto per leggere lentamente è necessaria tanta concentrazione: le nostre vite sono così piene e ricche di stimoli che ormai siamo abituati a far scorrere gli occhi sul testo senza soffermarci troppo. Leggendo con calma, invece, si ha il tempo di posare lo sguardo su ogni lettera, sentire il silenzio degli spazi bianchi e il diverso tempo delle pause d’interpunzione.

Leggere lentamente è un’ottima idea per rilassarsi nel weekend, per coloro che sono abituati a ritmi più spediti, ma è anche uno stile di lettura di cui non bisogna vergognarsi: macinare centinaia di pagine al giorno non è una regola. Perché leggere è un po’ come camminare: c’è chi va sempre di corsa e chi invece si gode la passeggiata.

Commenti