Il libro più venduto in Italia nel 2019 è stato "I leoni di Sicilia" (Nord) della siciliana Stefania Auci. Autrici e autori del Sud Italia protagonisti delle classifiche di fine anno

Il libro più venduto in Italia nel 2019? I leoni di Sicilia (Nord) di Stefania Auci, numeri alla mano l’autrice rivelazione dell’ultima annata: il suo romanzo (dall’1 gennaio 2019 al 31 dicembre 2019) ha venduto ben 301.092 copie (fonte Gfk, utilizzata da Robinson di Repubblica e da Tuttolibri de La Stampa).

La saga dei Florio è in testa alla classifica generale anche per Nielsen (fonte delle classifiche proposte da La Lettura del Corriere della Sera) e per Arianna (che raccoglie i dati spontanei di più di 1000 librerie), dunque per le principali rilevazioni.

Su Gfk la saga l leoni di Sicilia si piazza davanti a Il cuoco dell’Alcyon (Sellerio) di Andrea Camilleri (265.703). Sul terzo gradino del podio Fabio Volo con Una gran voglia di vivere (Mondadori, 230.426).

Il primo posto (Auci) e il secondo (Camilleri) sono confermati anche dalle rilevazioni di Nielsen dove, però, al terzo posto della classifica generale troviamo Gianrico Carofiglio con La misura del tempo  (Einaudi Stile Libero).

Come abbiamo raccontato, la narrativa italiana è assoluta protagonista delle top ten di fine anno. In particolare, si fa notare la presenza di autrici e autori del Sud (e della Sicilia in particolare, a partire da Auci e Camilleri, venuto a mancare lo scorso 17 luglio). Basti pensare al barese Carofiglio e alla napoletana (?) Elena Ferrante.

LA SAGA DEI FLORIO

E veniamo alla trama del bestseller del 2019: intrecciando il percorso dell’ascesa commerciale e sociale dei Florio con le loro tumultuose vicende private, sullo sfondo degli anni più inquieti della Storia italiana – dai moti del 1818 allo sbarco di Garibaldi in Sicilia –  nel suo romanzo-bestseller Stefania Auci dipana una saga familiare di grande coinvolgimento. Del resto, sin dal momento in cui sbarcano a Palermo da Bagnara Calabra, nel 1799, i Florio guardano avanti, irrequieti e ambiziosi, decisi ad arrivare più in alto di tutti. A essere i più ricchi, i più potenti. E ci riescono…

Come annunciato dalla stessa scrittrice I leoni di Sicilia avrà un seguito. Non solo: la saga ispirerà anche una fiction Rai.

LA GAVETTA PRIMA DEL SUCCESSO

La scrittrice 44enne è nata a Trapani e vive a Palermo. Insegnante di sostegno in un istituto tecnico alberghiero, ha un marito e due figli, di 12 e 14 anni. Intervistata dal Corriere della Sera ha raccontato: “Il successo nessuno se lo aspetta mai davvero. Ho alle spalle dieci anni di gavetta, mi rende felice aver raccolto i frutti del mio lavoro. Non voglio essere il fenomeno del momento”. Quanto alla scelta di narrare dei Florio, ha svelato: “Un amico mi ha detto, ‘perché non scrivi una saga familiare?’. Lì per lì l’ho mandato ‘a stendere’ con un’espressione tipica siciliana irripetibile. Abbiamo riso molto e non ne abbiamo più parlato. Poi ho iniziato a leggere La Casa degli spiriti di Isabelle Allende e ci ho ripensato. Temevo di complicarmi la vita con un lavoro troppo impegnativo, ma non ho resistito. Ho pensato alle grandi famiglie palermitane e mi sono venuti in mente i Chiaramonte e i Florio. Dopo alcune ricerche ho optato per i secondi: industriali, di origini calabresi. Hanno creato un impero – navi, aziende, tonnare partendo da un piccolo negozio di spezie. La mia indagine era iniziata dalla quarta generazione, la più nota, ma riavvolgendo il filo ho conosciuto la prima, quella da cui tutto è nato, e sono partita da lì…”.

Commenti