Dall'8 al 10 maggio torna il festival diretto da Mattia Signorini: dal teatro di Alessandro Haber alla musica di Dente, passando per i libri (tra gli altri) di Vito Mancuso, Enrico Brizzi, Massimo Fini, Mauro Corona, Andrea Vitali e Vanessa Diffenbaugh... Scopri chi ci sarà

Mattia Signorini, scrittore, fondatore della scuola di scrittura creativa Palomar, e direttore artistico di Rovigoracconta, e i curatori Sara Bacchiega e Maurizio Martelli, annunciano la seconda edizione del Festival, in programma dall’8 al 10 maggio. Spazio a tre distinte sezioni: libri, musica, teatro. A presentare la rassegna, Christian Mascheroni e Marta Perego.

Per la sezione libri, il festival ospiterà Massimo Fini, con Una vita, Marsilio, settant’anni del nostro paese tra dimensione pubblica e privata, Mauro Corona, con Il segreto delle montagne,  Mondadori, che narra il silenzio e il fascino del Vajont, Fabio Genovesi, con Chi manda le onde (Mondadori) la storia  di una famiglia e di una piccola comunità che vive davanti al mare, Enrico Brizzi con  Jack Frusciante è uscito dal gruppo, Baldini e Castoldi, un romanzo che compie vent’anni e ha segnato un’epoca e una generazione: la storia d’amore di Alex e Aidi negli anni novanta, Aislinn  con la saga Angelize, Fabbri, storia fantasy della lotta tra gli angeli e gli uomini, Federico Baccomo con Peep show, il mondo segreto dello spettacolo raccontato con feroce ironia, Massimiliano Santarossa con Metropoli,  Baldini e Castoldi, racconto di un uomo barricato in una città in un futuro apocalittico, Marco Missiroli con Atti osceni in luogo privato,  Feltrinelli, la storia sentimentale e sessuale di un bambino che si affaccia all’adolescenza e alla vita, Antonio Belloni con Food economy,  Marsilio, e Stefano Callegaro con Alla ricerca del gusto, Rizzoli, in un dibattito sul culto del cibo alle porte dell’Expo, Carmen Pellegrino con Cade la terra, Giunti, la storia di Estella che cerca con tutte le forze di far rivivere un borgo abbandonato, Amina Sboui con Il mio corpo mi appartiene, Giunti, e Farian Sabahi con Noi donne di Teheran, edizioni Jouvence, in un incontro sul valore della libertà contro l’integralismo islamico, Andrea Vitali con La ruga del cretino, Garzanti, un racconto giallo e pittoresco collocato agli albori della psichiatria e antropologia, Vito Mancuso con Questa vita, Garzanti, una riflessione filosofica sulla natura dell’uomo e della vita, Alen Loreti, biografo e curatore ufficiale dell’opera di Tiziano Terzani, con un racconto coadiuvato da documenti e filmati inediti, che inquadrano la vita del famoso scrittore, e infine Vanessa Diffenbaugh, con il suo ultimo romanzo Le ali della vita, Garzanti, la storia di un legame d’amore veramente profondo e indissolubile tra una madre e i suoi figli.

Per la sezione musica, il festival ospiterà Dente, uno dei più considerati cantautori italiani contemporanei, che si esibirà in un concerto in piazza, Giulio Casale, che presenterà le sue poesie Sullo zero, Tagete edizioni, alternandole con famose canzoni del suo repertorio, Venezze Jazz Group, che proporrà alcune rivisitazioni e arrangiamenti di Cole Porter, Duke Ellington, Antonio Carlos, il gruppo Psycodrummers che si esibirà in poliritmie funk, samba e hip pop, e Patrizia Laquidara in un concerto tra repertorio e ultimissimi progetti.

Per la sezione teatro il festival ospiterà Haberowski, evento in cui Alessandro Haber, accompagnato dalla musica elettronica del gruppo Alfa Romeo e da un visual ideato da Manuel Bozzi, legge e interpreta le poesie di Charles Bukowski, e un incontro a due voci tra Tonino Zangardi, registra cinematografico e autore, e Massimo Munaro, registra teatrale e autore, che dialogheranno su che cosa significhi fare del cinema e del teatro ai tempi d’oggi.

Per visionare il programma completo con gli eventi del festival potete visitare il sito: Rovigoracconta.it

Commenti