Un risultato che sorprende e preoccupa: il Repubblicano Donald Trump è il nuovo presidente degli Stati Uniti. Com'è potuto accadere? E soprattutto, cosa accadrà adesso, negli Usa e nel resto del mondo? In queste ore di confusione, può essere utile partire da alcuni libri che raccontano il fenomeno-Trump

Uno shock. Un risultato che sorprende e preoccupa: il Repubblicano Donald Trump è il nuovo presidente degli Stati Uniti d’America. Nonostante i sondaggi sfavorevoli, nonostante gran parte dei media contro, nonostante i tantissimi personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo che l’hanno duramente attaccato per le sue posizioni estremiste. Hillary Clinton e il Partito Democratico, invece, hanno perso, clamorosamente.

LEGGI ANCHE – L’allergia di Trump per gli intellettuali

Com’è potuto accadere? E soprattutto, cosa accadrà adesso, negli Usa e nel resto del mondo? In queste ore di tensione e confusione, può essere utile partire da alcuni libri che raccontano, in modo diverso, il fenomeno-Trump. Con la certezza che molti altri libri su questo tema arriveranno in libreria nelle prossime settimane

trump contro tutti

Aggressivo, scorretto e di successo. Da sempre uomo d’affari controverso, Trump è diventato un politico di primo piano con le sue affermazioni scandalose – su messicani, donne, islam… – che lo hanno fatto scontrare anche con il Papa. Molti lo disprezzano e lo hanno sottovalutato; molti, soprattutto negli Usa, lo amano. Trump contro tutti. Le parole e le idee che infiammano la politica americana (Rizzoli Etas) è una guida non ufficiale alla mente di Trump.

la febbre di trump

Costruttore, finanziatore di partiti, artista del negoziato, signore di casinò e concorsi di bellezza, intrattenitore, politico per esigenze di business più che per indole, pater familias di una genia mondana: Donald Trump è un personaggio dai mille volti, da quarant’anni alla ribalta. Ne parla il saggio di Mattia Ferraresi La febbre di Trump (Marsilio)

perché vince trump

Andrew Spannaus, giornalista e analista americano, in Perché vince Trump (Mimesis), spiega le vere motivazioni dietro al successo di Donald Trump e l’opportunità offerta da questa rivolta degli elettori. L’atteggiamento dei media è stato superficiale, tant’è che nessuno credeva che Trump potesse davvero vincere la nomina. Un saggio che indaga sulle correnti profonde della società americana, che hanno spinto il candidato repubblicano.

Chomsky

Chi sono i padroni del mondo (Ponte alle Grazie) rappresenta la summa aggiornata del pensiero politico di Noam Chomsky, il grande linguista e politologo, che affronta le più attuali questioni di politica internazionale: dal terrorismo che sconvolge l’Occidente alle tensioni mediorientali, con particolare attenzione al conflitto israelo-palestinese e alla “minaccia” iraniana, dalla situazione potenzialmente esplosiva al confine tra NATO e Russia al riallacciarsi delle relazioni tra Usa e Cuba, all’espansione cinese, alla liberazione dell’America latina…

breve storia delle donne
Spesso in questi mesi si è parlato del rapporto tra Trump e l’universo femminile. La breve storia delle donne (Corbaccio) di Jacky Fleming elenca tutto quel che abbiamo imparato sulle donne nei libri scolastici, che, a dire il vero, è ben poco. E ci ricorda alcune ridicole teorie sulle donne espresse da pensatori geniali. Come Charles Darwin, tanto celebrato per la sua mente aperta, obiettiva e scientifica, il quale era convinto che le donne non avrebbero mai raggiunto risultati notevoli nel campo del pensiero a causa del loro cervello di dimensioni ridotte. Un libro che fa ridere e indignare.

tweet trump

Forse nessun candidato alla presidenza degli Stati Uniti ha compreso l’importanza dei social media come Donald Trump. E nessuno prima di lui ha fatto di Twitter il più importante strumento di comunicazione con gli elettori e l’opinione pubblica. Disponibile in ebook per GoWare I top 100 di Donald Trump. I migliori tweet selezionati e tradotti per voi 

complotto

Segnaliamo anche un romanzo, Il complotto contro l’America (Einaudi) di Philip Roth, tra i più grandi scrittori Usa contemporanei. La storia ci porta nel 1940. Charles A. Lindbergh, eroe della trasvolata sull’Atlantico, fervido antisemita e filonazista, diventa presidente sconfiggendo Franklin D. Roosevelt. Da quel momento gli Stati Uniti smettono di appoggiare gli inglesi e i francesi contro le potenze dell’Asse, e dietro un’apparente neutralità stringono patti con la Germania di Hitler. Una famiglia ebraica di Newark, la famiglia Roth, scopre di non essere abbastanza americana per i gusti del nuovo presidente e inizia a temere che anche il proprio paese possa trasformarsi in un regno del terrore…

Da-noi-non-può-succedere_Una-famiglia-100x152

Da noi non può succedere (Passigli), romanzo del 1935 di Sinclair Lewis, racconta la fragilità della democrazia e fa una previsione allarmante, sinistra, di come il fascismo – o meglio, il populismo – possa prendere piede anche negli Stati Uniti. Scritto durante la Grande Depressione, quando gli Usa poco si curavano dell’aggressività di Hitler, il libro unisce una visione satirica della politica allo spaventoso e possibile avvento di un Presidente che si fa dittatore per ‘salvare’ la nazione dai nemici, dalla criminalità e dalla stampa libera. Presidente che ricorda molte delle posizioni di Donald Trump…

ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO

Commenti