Sinossi

Una storia d’amore e di potere.
Un romanzo-verità su uno scandalo internazionale
La favola di Evita Perón e l'illusione populista
 
«Signora, prosegua nella lotta per i poveri,
ma sappia che se fatta sul serio
questa lotta termina sulla croce.»
Angelo Roncalli,
futuro papa Giovanni XXIII, a Evita Perón, 1947
 
«Con la sensibilità del conoscitore di anime
e il rigore dell’uomo di scienza, Giovanni De Plato
compone un ritratto mirabilmente sfaccettato
e intenso di una delle personalità
più stupefacenti del Novecento. Parola di libraio!»
Romano Montroni
 
Buenos Aires, 1° maggio 1952. Dal balcone della Casa Rosada, Evita saluta il popolo adorante incitandolo a proseguire nel cammino che sta facendo grande l’Argentina, non prima di averlo messo in guardia da un pericolo: «Il nemico ci spia e ci ascolta... I traditori della patria sono mescolati a noi». Il presidente Perón la trascina dentro quasi di peso. Teme l’esaltazione di quella ragazzina della pampa che in meno di un decennio è diventata first lady. È atterrito all’idea che il carisma e l’afflato indipendentista della sua amata consorte indispettiscano i poteri forti interni e stranieri che finora lo hanno supportato nell’ascesa. Meno di tre mesi più tardi, Evita muore dopo una misteriosa lobotomia. Affidata a un chirurgo americano, anziché al medico di fiducia che da tempo le sta curando il cancro.
De Plato consegna alle voci alternate di Evita, di Perón e del giovane sindacalista Carlos Maiorino il racconto di una parabola gloriosa e di un destino tragico. Un mito che continuamente si rinnova nell’immaginario popolare attraverso film, canzoni, libri.

  • ISBN: 8832963434
  • Casa Editrice: Chiarelettere
  • Pagine: 192

Dove trovarlo

€9,99

Recensioni

Al momento non ci sono recensioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai