"La Corsara" di Sandra Petrignani ha vinto il premio per la saggistica - I dettagli

Vince il Premio The Bridge 2018, per la categoria Fiction, Luciano Funetta con il romanzo Il grido, pubblicato nella collana Altrove di Chiarelettere, curata da Michele Vaccari.

Funetta scrive una storia ambientata in un futuro post-apocalittico in cui prendono vita gli incubi e le paure più inquietanti. Protagonista Lena Morse, impiegata in una ditta di pulizie, che cerca di diventare donna in un microcosmo di alienati, ultimi reduci del lavoro manuale, bambini fantasma, individui sadici e apparizioni che popolano le sue giornate al limite della sopravvivenza.

Lo scrittore si recherà a New York per ritirare il premio, in occasione della cerimonia che si terrà il 30 ottobre.

Il Premio The Bridge/Il Ponte, di cui si celebra la IV edizione, è ideato e promosso dalla Casa delle Letterature di Roma, dall’American Initiative For Italian Culture (AIFIC) e dal l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America a Roma. Si avvale del contributo del Centro per il Libro e la Lettura del Ministero dei Beni Culturali (CEPELL) e della Federazione Unitaria Italiana Scrittori (FUIS) nonché della collaborazione dell’American Academy in Rome, del Consolato Generale Italiano a New York, dell’Istituto Italiano di Cultura di New York, , del Center for Italian Modern Art (CIMA), del Center for Fiction di New York, della Fondazione Civitella Ranieri e di altre Istituzioni culturali e Università italiane e americane.

La Corsara (Neri Pozza) di Sandra Petrignani ha vinto il premio per la saggistica. Il premio – si legge nel comunicato – si propone come un “ponte” che unisce le culture italiana e americana con lo scopo di rafforzarne la mutua comprensione.

Commenti