Cos’è un bullet journal? Perché farlo? E come? Una guida essenziale all’introduzione di un metodo efficace, flessibile e creativo per organizzare le vostre future giornate

Bullet journal: ne avete mai sentito parlare? Iniziate a mettere da parte agende, app, post-it, elenchi e fogli svolazzanti: stiamo per spiegarvi un metodo efficace, flessibile e creativo per organizzare le vostre future giornate.

Sì, perché a differenza di tanti mezzi – cartacei o virtuali – per tenere traccia degli impegni, il bullet journal rifugge tabelle e rigidi inquadramenti, promettendo al contrario libertà e fantasia. Pronti a scoprirlo?

Cos’è un bullet journal

Un’agenda, un diario personale, una lista di cose da fare: il bullet journal è questo, e molto altro. Il metodo, inventato da Ryder Carroll, vi permetterà di pianificare il futuro, organizzare il presente e tenere traccia del passato. Insomma, se state cercando un modo per rimanere in pista e per vivere la quotidianità con più precisione e serenità, questo sistema potrebbe fare al caso vostro.

bullet journal

Dal profilo Pinterest di bulletcomideias

A guardarlo, sembra un semplice taccuino con pagine puntinate, ma se avete intenzione di cimentarvi in questa pratica, potrete usare in alternativa anche un quaderno con pagine completamente bianche. Non esiste infatti un bullet journal ufficiale, ma ci sono alcune caratteristiche che potranno esservi utili. Per esempio, prestate occhio alla qualità del taccuino, perché i bullet journal sono destinati a essere utilizzati ogni giorno, per questo è consigliato sceglierli di una carta più più spessa e resistente.

Amerete il bullet journal se…

  • Siete persone che hanno bisogno di tenere sempre tutto sotto controllo;
  • Siete persone che desiderano organizzarsi, ma non siete mai riuscite a farlo;
  • Siete persone creative, a cui piace scatenare la fantasia;
  • Avete un vero e proprio feticcio per cancelleria: colori, pennarelli, matite, stikers, evidenziatori, gomme, penne…
  • Vi piace ritagliarvi degli spazi di riflessione tutti vostri;
  • Adorate la carta e vi sentite un po’ invasi dalle app di pianificazione;
  • Per ogni occasione stilate una lista (tipo questa);
  • Nessuna delle opzioni precedenti, ma siete curiosi e volete semplicemente provare.

Come fare un bullet journal – una guida pratica e veloce

Iniziamo dalla parte pratica, ovvero: come organizzare il vostro bullet journal. Innanzitutto, preoccupatevi di andarlo a comprare. Certo, detta così potrà sembrare una banalità, ma in realtà anche questo è un passo importantissimo. Scegliere il colore della copertina, la consistenza delle pagine e il materiale è il primo passo per cominciare a personalizzare la vostra agenda.

bullet journal

Dal profilo Pinterest di Shihori Obata

Abbiamo tracciato delle linee guida essenziali per accompagnarvi nella impostazione del vostro bullet. Il bullet journal si basa sulla raccolta di informazioni sotto forma di elenco puntato – da cui, appunto, viene il nome del metodo -. Scrivete le liste di cose da fare per punti, con frasi brevi: una volta fatte tracciate una X sul punto. Se invece dovete rimandare il compito a un altro giorno, il punto può essere trasformato in una freccia ( > ), che vi ricorderà che l’impegno è stato rimandato. Ricordarsi cosa rimane da fare sarà più immediato: basterà cercare con un’occhiata i punti rimasti.

Come potrete notare, a primo acchito, tenere un bullet journal potrebbe rivelarsi più impegnativo del previsto, ma non lasciatevi scoraggiare perché, superati i primi scogli, tutto scivolerà liscio come l’acqua. Ad ogni modo, se siete alla ricerca di spiegazioni più dettagliate, vi rimandiamo al sito ufficiale del metodo bullet journal (questo qui). Mentre qui sotto trovate il video tutorial ufficiale per capire passo passo cosa fare.

  • L’indice

Si parte da qui. Aprite le prime pagine vuote del vostro taccuino e scrivete “Indice” all’inizio di ciascuna (per sicurezza, vi consigliamo di lasciarne libere tre o quattro).

Qui segnerete tutte le sezioni, gli argomenti e i numeri di pagina corrispondenti, proprio come un tradizionale sommario. Ovviamente, all’inizio il vostro diario sarà praticamente vuoto: dunque tenete a mente che l’indice è una parte che, come tutto il resto dell’agenda, andrà composta e aggiornata di volta in volta.

  • Registro futuro

Passate alle prossime pagine e intitolatele “Registro futuro” (in pratica è un calendario a lungo termine). Questo sarà lo spazio dedicato ai macro impegni dell’anno (divisi per mese), in cui potrete appuntare compleanni, viaggi, date importanti, ricorrenze o persino obiettivi da raggiungere. Anche in questo caso, non c’è bisogno di compilarlo subito nel dettaglio; sarà sufficiente impostarlo per poi riempirlo in seguito.

  • Registro mensile

Andiamo avanti ed entriamo nello specifico. Nella sezione dedicata al “Registro mensile” (di fatto un ordinario calendario) dovrete annotare tutti i giorni del mese. Accanto a ciascuno, aggiungerete la prima lettera del giorno della settimana a cui corrisponde.

Attraverso una registrazione rapida fatta di simboli (ci torniamo dopo, niente paura), segnerete le date da non perdere di vista.

bullet journal

Dal profilo Instagram di littleolivebujo

  • Registro giornaliero

Qui appunterete tutto quello che dovrete fare giorno per giorno (corredato da eventuali pensieri, osservazioni, dubbi, perplessità, sogni e speranze…).

  • Raccolte

Termine sufficientemente generico e vago per comprendere tutto quello che vi passa per la testa: liste di libri da leggere, film da vedere, rubriche telefoniche, annotazioni per le spese domestiche, appunti generici… Questo passaggio è facoltativo, ma utilissimo per raccogliere tutto quello che non rientra nelle classificazioni precedenti. Unico avvertimento: non dimenticate di inserire le raccolte nell’indice.

  • Registrazione rapida

Lo spirito del bullet journal è aiutarvi a essere super organizzati, pratici e rapidi. E cosa c’è di meglio di una bella legenda per raggiungere questo scopo? Elaborate la vostra personale manciata di simboli (punti esclamativi, croci, asterischi, stelline, spunte e chi più ne ha più ne metta) e usatela per classificare e monitorare facilmente quello che dovete fare.

Ma funzionerà? Come nella maggior parte delle domande della vita, una risposta definitiva non c’è. Basta non angosciarsi troppo e non lasciarsi condizionare dalle regole: non c’è un metodo giusto o sbagliato per tenere un bullet journal. La prova del nove è solo una: se per voi funziona, lo state facendo bene. In caso contrario non vi crucciate più del dovuto: ci saranno altri modi – app, agende tradizionali, o anche sistemi inventati da voi stessi – per aiutarvi a rimanere organizzati.

bullet journal key

Dal profilo Pinterest di Anjahome

Perché iniziare a fare un bullet journal

Quando si parla di bullet journal una delle parole d’ordine più usate è: personalizzazione. Tutto si basa su questo presupposto. Perché l’idea che si nasconde dietro il metodo consiste nel creare un proprio, personale, unico, singolare sistema di organizzazione. Insomma, a pensarci bene è sciocco credere che possa esistere uno schema sempre efficiente e valido per tutti, no? Ognuno ha i suoi tempi, i suoi ritmi e le sue priorità. Il bullet journal serve a dare sfogo e forma alle proprie esigenze, trovando la strada più giusta per esternarle e gestirle.

Il dottor Joshua Klapow, psicologo clinico e conduttore di The Web Radio Show, ha raccontato a Bustle che per smorzare la sensazione di ansia e stress che gli impegni quotidiani ci provocano, la soluzione è riuscire a concentrarsi e rimanere tranquilli. Per questo il bullet journal rappresenta un’ottima occasione per aiutarci a “scaricare le informazioni mentali che occupano spazio nel nostro cervello”.

bullet journal

Dal profilo Pinterest di Queenie Clinard

Klapow spiega che tenere un diario organizzato può essere particolarmente utile per raccogliere e spostare in un altro luogo informazioni “che ci causano disagio emotivo”. Perché il bullet journal non è solo un calendario, ma un raccoglitore, una lista di cose da fare, un diario, un posto dove liberare la creatività e mettere a fuoco i propri obiettivi.

Bullet journal fantastici e dove trovarli – qualche ispirazione

Se state cercando ispirazione per il vostri bullet journal, Internet è un vero e proprio pozzo di idee. Si può cercare su Pinterest, oppure su Instagram – dove esiste una vera e propria community di “drogati di bullet journal“. Ma anche i siti online hanno dato qualche spunto niente male (provate a guardare qui e qui).

bullet journal

Dal profilo Pinterest di Jihi Elephant

Il consiglio che vi diamo noi è quello di sperimentare: divertitevi e rilassatevi. Un po’ come quando da bambini potevate trascorrere l’intero pomeriggio a colorare. Siamo sicuri che non c’è modo migliore di essere liberi per essere perfettamente organizzati.

 

nota: l’immagine di copertina è stata tratta dal profilo Pinterest di @catherinesullivan2017

Libri consigliati