Da "Roma" a "Black Panther", passando per "La favorita" e "Bohemian Rhapsody", ecco tutti i film che saranno protagonisti alla Notte degli Oscar 2019, in programma il 24 febbraio. E anche quest'anno sono tante le pellicole tratte da libri

In attesa della cerimonia di premiazione degli Oscar 2019, che si svolgerà la sera del 24 febbraio, sono state rese note le nomination che l’Academy ha votato per questa settantaseiesima edizione dell’appuntamento più atteso dagli appassionati di cinema.

Otto i titoli a ricevere la nomination come Miglior film, quest’anno. Black Panther, che porta a casa ben sette candidature (Miglior film, Scenografia, Costumi, Sonoro, Montaggio Sonoro, Colonna Sonora e Miglior Canzone Originale).

La favorita, il film di Yorgos Lanthimos le cui protagoniste hanno ricevuto ciascuna una nomination (Olivia Colman come Attrice Protagonista, mentre Rachel Weisz ed Emma Stone come Attrici Non Protagoniste).

La favorita

Bohemian Rhapsody, il film che parla dei Queen e di Freddie Mercury diretto da Bryan Singer. A Rami Malek, che in questo film interpreta Mercury, va anche la candidatura come Miglior Attore Protagonista, mentre il film è candidato anche per il Montaggio, il Sonoro e il Montaggio Sonoro.

Green Book il film, che ha come protagonisti Viggo Mortensen (candidato come Miglior Attore Protagonista) e Mahershala Ali (che concorre come Miglior Attore Non Protagonista), racconta l’amicizia tra un buttafuori italoamericano e un pianista afroamericano nell’America negli anni sessanta. Oltre alle tre candidature già citate ottiene anche quella per Miglior Sceneggiatura Originale e Miglior Montaggio.

A star is Born, remake del film È nata una stella, diretto nel 1937 da William A. Wellman, ha ottenuto nove nomination, per i due attori protagonisti e l’attore non protagonista (Bradley Cooper, American Sniper, Lady Gaga, cantante di fama internazionale e Sam Elliott, Il grande Lebowski), per la Miglior Sceneggiatura Non Originale, Scenografia, Effetti speciali, Sonoro e Miglior Canzone Originale (Shallow).

Vice L’uomo nell’ombra, è il film diretto da Adam McKay (per il quale ha ottenuto la candidatura alla Miglior Regia) racconta la storia di Dick Cheney e della sua carriera politica fino al ruolo di vicepresidente degli Stati Uniti. Per il ruolo interpretato in questo film Christian Bale (Batman Begins, The prestige) ha ottenuto la nomination come Miglior Attore Protagonista, seguito dai due attori non protagonisti Amy Adams (Arrival, Animali notturni) e Sam Rockwell (Tre manifesti a Ebbing, Missouri). Viene inoltre candidato per la Miglior Sceneggiatura Originale e il Trucco.

Roma, è il primo film prodotto da Netflix ad arrivare alla candidatura agli Oscar. Diretto da Alfonso Cuarón (candidato per la Miglior Regia), riceve anche le nomination per l’Attrice Protagonista e la Non Protanista (Yalitza Aparicio, al suo esordio, e Marina de Tavira), come Sceneggiatura Originale, Fotografia, Scenografia, Sonoro e Montaggio Sonoro ed è tra i candidati come Miglior Film Straniero.

BlackKklansman, diretto da Spike Lee (che ha ricevuto la candidatura per la Miglior Regia), è tratto dal libro scritto dall’ex poliziotto Ron Stallworth e riceve le candidature per il Miglior Attore Non Protagonista (data ad Adam DriverL’uomo che uccise Don Chisciotte e Silence), per la Sceneggiatura Non Originale, Montaggio e Colonna Sonora.

Ma BlackKklansman non è l’unico film tratto da un libro che ha ricevuto delle nomination. Se la strada potesse parlare, film diretto da Barry Jenkins e tratto dall’omonimo libro di James Baldwin, riceve le candidature per la Miglior Attrice Non Protagonista (Regina KingSeven Seconds) e per la Sceneggiatura Non Originale e la Colonna Sonora.

Mentre Can you ever forgive me? (in italiano tradotto con Copia originale), il film tratto dal libro di memorie della scrittrice Lee Israel, oltre a ricevere la candidatura come Miglior Sceneggiatura Non Originale, riceve le nomination anche per l’Attrice Protagonista (Melissa McCarthy, conosciuta per il suo ruolo nella serie televisiva Una mamma per amica) e Richard E. Grant (Jackie e The Iron Lady).

Can you ever forgive me

Quattro candidature anche per Il ritorno di Mary Poppins, tratto dai libri sulla tata inglese scritti da Pamela L. Travers, per Scenografia, Costumi, Colonna Sonora e Canzone Originale (The Place Where Lost Things Go).

Mentre First man, il film tratto dalla biografia dell’astronauta Neil Armstrong e interpretato da Ryan Gosling, riceve solo la candidatura per i Migliori Effetti Speciali, come accaduto anche a Ready Player One (film diretto da Steven Spielberg e tratto dall’omonimo libro).

Commenti