Potere del passaparola. Al netto dell’interesse personale è ancora questa la leva principale che spinge alla scelta di quale libro acquistare: ben il 46% delle degli italiani sceglie i libri (anche) così. Se ne parlerà a Tempo di Libri

Si affida a un consiglio di un libraio, di un bibliotecario, degli amici, ma anche e sempre più della community e, dai social. E questo tanto da portarlo addirittura a privilegiare complessivamente questa modalità a leve di marketing più strutturate, come sconto, comunicazione, esposizione in libreria del libro, titoli in classifica. È questo solo uno dei dati che emerge dall’indagine che sarà presentata domenica, 11 marzo, in Sala Suite 1 alle 10.30 a Tempo di Libri, Fiera internazionale dell’Editoria in programma dall’8 al 12 marzo a fieramilanocity a Milano, nel corso dell’incontro Da come mi informo su cosa leggere, a dove scelgo di acquistare i libri, in collaborazione con Pepe Research.

La ricerca – che fa parte fa parte dell’Osservatorio dell’Associazione Italiana Editori sui consumi editoriali, realizzato in collaborazione con Pepe Research – rileva i comportamenti di lettura (di libri, e-book e audiolibri), d’informazione e, appunto, d’acquisto degli italiani, e restituisce un quadro omogeneo e articolato di come e dove gli italiani si avvicinano ai libri. Ne parleranno, moderati da Giovanni Peresson (Ufficio Studi AIE), Paola Merulla (Pepe Research), Edoardo Scioscia (Libraccio), Eugenio Trombetta Panigadi (IBS.it).

L’INCONTRO SUGLI INSERTI CULTURALI…

Dai libri ai giornali e agli inserti culturali. Negli ultimi anni si sono moltiplicati, hanno aumentato il numero di pagine e adattato testi e grafica, coprendo il mondo dei libri e della cultura in modo più approfondito e trasversale: oggi si occupano infatti di libri e arte, cinema, tendenze culturali internazionali. Per scoprire quali sono le logiche e i processi redazionali nascosti dietro a ogni numero è in programma l’incontro Come nasce un inserto culturale di un quotidiano e la sua infografica in programma l’11 marzo alle 12.30 in Sala Suite 1 a Tempo di Libri. Ne parleranno Angelo Rinaldi (Art director Robinson, la Repubblica), Marco Del Corona (La Lettura), moderati da Giovanni Peresson (Ufficio Studi AIE).

E QUELLO SUGLI INCROCI TRA EDITORIA E INDUSTRIA CINEMATOGRAFICA…

Per condurre le storie dal mondo editoriale al mondo cinematografico, televisivo e dei videogiochi è in programma, sempre l’11 marzo alle 14.00 nella Sala Suite di Tempo di Libri, Far vivere le storie oltre la carta: Maria Francesca Gagliardi (Editor e scout) e Giovanni Peresson (Ufficio Studi AIE) forniranno alcune linee guida per orientarsi nel passaggio tra mondi narrativi (ma non necessariamente narrativi) ormai liquidi e intercomunicanti.

 

Commenti