Valerio, ventisettenne spiantato milanese, abita in un monolocale su cui aleggia la presenza dello zio Willy, che si dice avesse accumulato un tesoro mai ritrovato. Da questo spunto partirà una caccia al tesoro (e all'amore) che finirà per portare Valerio, e i lettori, fino al Rio delle Amazzoni...

Valerio, il protagonista di Sempre più vicino (Baldini&Castoldi), il nuovo romanzo di Raul Montanari, è un ventisettenne spiantato, che abita a Milano nel 2014, e si arrangia affittando per brevi periodi il suo monolocale, mentre lui si fa ospitare da amici. Montanari racconta con ironia, attraverso la figura di Valerio, una generazione di precari, abituati a cavarsela con mille espedienti. Allo stesso tempo, mantiene la vena noir, che da sempre caratterizza i suoi romanzi, coinvolgendo Valerio in una trama enigmatica e avventurosa, che lo vede innamorarsi, indagare sulla scomparsa della ragazza di cui si innamora e andare alla ricerca di un tesoro.

sempre più vicino

Milano, 2014. Valerio ha ventisette anni e una vita vuota. Abita in un monolocale su cui aleggia la presenza del precedente proprietario, suo zio Willy, morto in odore di satanismo, che si dice avesse accumulato un tesoro mai ritrovato. Per guadagnare qualcosa, Valerio affitta l’appartamento per brevi periodi e va a dormire da un amico. Ha però un vizio: entrare in casa di nascosto dai suoi ospiti, per curiosare fra i loro oggetti e immergersi con la fantasia in esistenze diverse dalla sua. Una di loro, l’enigmatica Viola, lo colpisce al cuore. Fra i due sembra nascere qualcosa, ma Viola scompare e un detective privato che lavora per suo marito rivela a Valerio la verità: la donna è in fuga e forse il suo passaggio da quella casa non è stato casuale. Che c’entri in qualche modo la leggenda del tesoro dello zio Willy? Valerio e il detective si alleano per cercare Viola insieme, ed è l’inizio di un viaggio che dalle ombre che circondano la casa milanese trova il suo drammatico finale in una palude del Rio delle Amazzoni. Finché, fra scoperte dolorose e squarci di inattesa felicità, la vita di Valerio cambierà per sempre.

il regno degli amici

Sempre più vicino è un libro dove i fondamenti della narrazione romanzesca (il denaro, l’amore, l’avventura, il mistero, la comicità) si fondono nel ritratto di un personaggio e di una generazione derubati del proprio futuro e costretti a inventarsi il presente ogni giorno, con rabbia ma anche con ironia. Dopo aver descritto il mondo degli adolescenti degli anni ’80 ne Il regno degli amici, un mondo destinato a cambiare con l’ingresso nell’età adulta e con il mutare della società intorno, Raul Montanari ora mette al centro la generazione dei trentenni nati nella seconda metà degli anni ’80.

aldo nove anteprima mondiale

LEGGI ANCHE – Dopo “Woobinda”, per Aldo Nove un nuovo racconto grottesco della contemporaneità

Commenti