Al via a Roma con un evento dal titolo "Il caso Vollmann" il progetto "Retromania", un format ideato da Rossano Astremo e Girolamo Grammatico "con l'obiettivo di parlare di libri del passato di difficile reperibilità, di scrittori dimenticati, di editori di progetto che hanno costruito cataloghi meritevoli" - I particolari

Prende il nome dal saggio cult del critico musicale Simon Reynolds il nuovo progetto Retromania, ideato e coordinato da Rossano Astremo e Girolamo Grammatico “con l’obiettivo di parlare di libri del passato di difficile reperibilità sul mercato editoriale, di scrittori dimenticati che meritano di essere riproposti, di editori di progetto che hanno costruito nel tempo cataloghi meritevoli, ma oramai introvabili”. Nel progetto sono coinvolti editori, scrittori, traduttori, critici, librai e docenti e lettori.

Per circa dieci anni Astremo e Grammatico, con Citofonare Interno 7, hanno organizzato in giro per l’Italia reading di inediti nelle case private con tanti importanti scrittori.

retromania

Il primo appuntamento, organizzato in collaborazione con la casa editrice romana minimum fax (la cui sede ospiterà l’evento) si intitola “Il caso Vollmann” ed è in programma  sabato 30 marzo alle ore 18,30 in via Giuseppe Pisanelli 2.

 

Commenti