Come si può descrivere il momento in cui si termina una serie tv dopo una lunga sessione di binge watching? Ecco, Netlifx ha twittato una parola che dovrebbe riassumere tutto questo: "Sadisfyng", un termine che esprime la tristezza ("sad") di aver finito una serie ma, allo stesso tempo, la soddisfazione ("satisfying") di aver concluso l'impresa

Il vocabolario degli spettatori di serie tv si allarga: espressioni come spoiler, binge watching, ma anche Netflix and chill sono ormai entrate nella nostra quotidianità. Probabilmente è inevitabile pensare a espressioni nuove per indicare situazioni, comportamenti e stati d’animo che, prima dell’avvento di Netflix, non esistevano.

Per esempio: come si può descrivere il momento in cui si termina una serie tv dopo aver trascorso la notte davanti allo schermo a guardare tutti gli episodi? È una sensazione che molti hanno provato almeno una volta.

Ecco, Netlifx ha twittato una parola che dovrebbe riassumere tutto questo: “Sadisfyng“.

Netflix

“Sadisfyng: the feeling of equally sad and satisfying when you finish a show you binge watched”.

In pratica dovrebbe essere un termine che esprime la tristezza (“sad”) di aver finito una serie (che presumibilmente abbiamo amato, dato che l’abbiamo guardata senza interruzioni) ma, allo stesso tempo, la soddisfazione (“satisfying”) di aver concluso l’impresa (che, in alcuni casi, può essere davvero impegnativa).

Ci si può leggere anche una certa dose di sadismo (“sadism”), perché resistere fino alla fine di uno show potrà anche essere bello, ma non si può negare che sia anche faticoso e sfibrante, soprattutto quando siamo disposti a sacrificare preziose ore di sonno che, almeno per ora, sembra essere l’unico rivale di Netflix (e delle altre piattaforma streaming di successo).

Commenti