L'autrice di "Niente è come te" vince il premio dei librai per un voto, davanti a Simona Sparaco

Vittoria per un voto di Sara Rattaro (77 preferenze), autrice di Niente è come te (Garzanti), davanti a Simona Sparaco. L’edizione 2015 del premio Bancarella va dunque all’autrice genovese. Al terzo posto Enrico Ianniello (74 voti); poi Paolo Roversi (50), Giulio Massobrio (39) e Mallock (33).

SCOPRI LA TRAMA DEL ROMANZO VINCITORE

“Sono incredula, provo una gioia grandissima – ha detto Sara Rattaro, in lacrime, al momento della proclamazione.  Ancora qualche anno fa non pensavo di fare la scrittrice, figuriamoci di vincere un premio tanto importante. E’ un riconoscimento che ho vinto insieme ai protagonisti del mio libro, quei padri e quelle madri che devono sempre dimostrare con tenacia di volere bene ai loro figli”.

Soddisfazione anche nelle parole di Gianni Tarantola, presidente della Fondazione Città del libro, ente organizzatore della manifestazione: “Non era facile portare a casa un’edizione tanto complessa, in un periodo difficile, duro, che mette alla prova i librai indipendenti, le case editrici e tutti coloro che si occupano di cultura. Siamo contenti di essere riusciti nel nostro intento. Il premio Bancarella è una solida realtà che si è ritagliata uno spazio importante. Vogliamo continuare a farlo con tutte le nostre forze”.

Sara Rattaro è nata e cresciuta a Genova, dove si è laureata con lode in Biologia e Scienze della comunicazione. Nel 2010 esce per un piccolo editore il suo primo romanzo, Sulla sedia sbagliata. Nel 2011 scrive il suo secondo romanzo, Un uso qualunque di te. Il suo primo romanzo pubblicato con Garzanti è stato Non volare via.

LEGGI ANCHE:


Dalla tradizione dei “bancarellai” al presente dell’unico premio letterario promosso dai librai

Commenti