La Scuola Holden, fondata a Torino nel 1994, entra a far parte del Gruppo Feltrinelli, che sale dal 31,5 al 51,5% delle quote. L’operazione rappresenta "il primo tassello di un percorso più ampio legato alla formazione che vedrà entro la fine di quest’anno la realizzazione di un’offerta innovativa e multi-target"

Seconda novità nel giro di poche settimane per la Scuola Holden: dopo l’annuncio del progetto Academy, percorso di studi triennale il cui diploma sarà equipollente a una laurea triennale in Discipline dell’arte, della musica e dello spettacolo, arriva un’altra comunicazione: la Scuola fondata a Torino nel 1994 entra a far parte del Gruppo Feltrinelli, che sale dal 31,5 al 51,5% delle quote. Si precisa in una nota: “I soci storici, la cui sinergia ha rappresentato, e continua a rappresentare, il motore di crescita e sviluppo del progetto, mantengono una partecipazione nel capitale della scuola con il seguente assetto azionario: Eataly con il 16%, Andrea Guerra con il 7% e lo stesso Alessandro Baricco con il 25,5%”.

Nel comunicato si legge: “In un mondo dominato da velocità e complessità, anche la dimensione della formazione è chiamata a ripensare sé stessa per rispondere in modo adeguato ai cambiamenti e alle accelerazioni in atto. Per questa ragione il Gruppo Feltrinelli mette a disposizione la propria esperienza storica nel mercato della cultura e della narrazione e il proprio patrimonio tangibile e intangibile di persone, autori, strumenti e contenuti, confermando e rafforzando il suo investimento in un modello di formazione dinamico e imprevedibile come quello della Scuola Holden”. E più avanti, nel comunicato, si spiega: “Attualmente gli studenti che frequentano la scuola oscillano tra i 300 e 400 l’anno, numero destinato a salire alla luce del recente annuncio dell’Academy, corso triennale equivalente ad una laurea. Oltre all’Academy, la scuola offre anche il percorso Original, il biennio di approfondimento sulla narrazione, il corso Over 30 per studenti al di sopra dei 30 anni e Corporate Storytelling per tutte le aziende che vogliono riscrivere la loro storia e portarla nel mondo. Completano l’offerta gli Holden Studios, branca produttiva della Scuola in dialogo con aziende e istituzioni interessati a prodotti di narrazione e storytelling innovativi”.

L’operazione rappresenta per il Gruppo Feltrinelli “il primo tassello di un percorso più ampio che vedrà entro la fine di quest’anno la realizzazione di un’offerta innovativa e multi-target: una proposta composita che punta ad essere di sostegno a tutti i cittadini nel grande processo di cambiamento che coinvolge la nostra società. Docenti, scuole, cittadini, professionisti e aziende potranno presto servirsi dell’esperienza di Feltrinelli nell’affiancare il proprio percorso formativo con una serie di innovative attività educative rivolte a valorizzare il capitale umano e a sperimentare nuove metodologie di apprendimento per trovare una propria strada di successo professionale”.

“L’accordo siglato oggi consolida un’amicizia e un legame di lungo corso e conferma la vocazione di Feltrinelli ad agire con spirito editoriale in tutti i vari campi nei quali è presente”, dichiara Carlo Feltrinelli. “Formare significa in primo luogo stare al passo con i tempi, aprire forme e fonti di curiosità, stimolare al dubbio, per trovare la propria strada, personale e professionale, e partecipare in modo più attivo e consapevole alla società che ci circonda: questo l’approccio con il quale abbiamo intenzione di misurarci con il mondo della formazione, una strada che comincia oggi con il rafforzamento del nostro ruolo nel progetto della Scuola Holden”.

“La Holden continua a crescere”, sostiene a sua volta Alessandro Baricco “e da oggi entra a far parte di un gruppo amico che le assicura stabilità, forza, ma anche indipendenza e libertà. E’ un’ottima notizia per me e per tutti quelli che alla Holden lavorano e studiano. Abbiamo anni davanti da spendere con molta immaginazione e coraggio: ora sono ancora più sicuro che non li sprecheremo”.

Il consiglio di amministrazione della scuola sarà presieduto da Carlo Feltrinelli; Alessandro Baricco manterrà la presidenza della scuola e Savina Letizia Neirotti continuerà a ricoprire il ruolo di Amministratore Delegato con il supporto del direttore operativo Marco Quartana.

nota: nella foto grande Alessandro-Baricco, in uno scatto di Monica Cillario Rosebud

Commenti