La Chiesa e le donne, l’omosessualità, il divorzio. In un libro il pensiero di una delle figure più originali del mondo cattolico europeo: Teresa Forcades...

Un cammino di lotta e rivendicazione. Questo è il significato di teologia femminista secondo Teresa Forcades, la battagliera suora benedettina del monastero catalano di Montserrat, che nell’ultimo decennio ha messo alla prova in più occasioni le gerarchie ecclesiastiche (ma anche alcuni poteri economici e politici) con le sue teorie, le sue idee radicali, la sua partecipazione attiva alla vita pubblica.

Attraverso una galleria di ritratti delle pensatrici e religiose che nel corso della storia hanno dato un contributo essenziale alla definizione di una teologia critica – da santa Teresa d’Avila a Juana Inés de la Cruz, fino alle italiane Elena Cornaro e Maria Gaetana Agnesi, tra le prime erudite europee, nel libro La teologia femminista (Nutrimenti) la suora teorizza e auspica un rinnovamento della teologia, che deve avere il compito di evidenziare le contraddizioni tra dottrina e società, offrendo alternative capaci di superarle.

Commenti