Per far fronte al tramonto del settore delle enciclopedie, Treccani punta sui libri: dall'editoria scolastica alla saggistica e la narrativa...

Da oltre un anno si vociferava della possibilità, e ora arrivano le prime conferme, come riporta Repubblica: l’ufficialità arriverà dopo la firma dell’accordo, prevista per il prossimo 30 novembre, “quando l’Istituto Treccani acquisirà il 50% per cento delle azioni di Giunti Scuola (nel ramo che si occupa della secondaria superiore). E nel giro di tre anni dovrebbe arrivare a conquistare la maggioranza fino al 60% per cento: così stabilisce una clausola contenuta nel contratto”. Il Cda della Treccani si riunirà il 28 novembre: per l’Enciclopedia si tratterebbe dell’ingresso nel mercato della scolastica.

Per far fronte al tramonto del settore delle enciclopedie, Treccani sembra dunque voler puntare (anche) sui libri. Non solo per la scuola: ormai da tempo, infatti, lavora per l’Istituto anche Giorgio Gianotto (già direttore editoriale di Codice, Baldini & Castoldi e minimum fax). Con lui Treccani agirà nell’editoria di “varia”: spazio, dunque, per la saggistica, e molto probabilmente, anche per la narrativa. Gianotto, contattato da Repubblica, per il momento si limita a non smentire: “Abbiamo tante idee, ma è troppo presto per parlarne”.

 

Commenti