Il romanzo di Silena Santoni, fiorentina, parla di due sorelle che si incontrano dopo anni di distanza geografica e affettiva, tra emozioni condivise, vecchi rancori, incomprensioni e segreti inconfessati

Silena Santoni, fiorentina, per molti anni ha insegnato Lettere nelle scuole medie e superiori. Ha frequentato una scuola triennale di recitazione e un corso annuale di sceneggiatura teatrale, scrive brani e adattamenti teatrali per la compagnia Katapult, nella quale recita. Con il suo primo romanzo, Il canto dell’aragosta, ha ottenuto la menzione d’onore al Premio Cattolica 2015. Nello stesso anno ha vinto col racconto Volver il fiorino di bronzo al Premio Conti di Firenze. Ora Giunti porta in libreria il suo nuovo romanzo, Una ragazza affidabile.

UNA RAGAZZA AFFIDABILE

Un’eredità inattesa costringe Agnese a tornare a Firenze, la città in cui è nata e cresciuta e da cui è fuggita molti anni prima. Qui l’attende la sorella Micaela, che non vede da anni, così lontana dalle scelte che Agnese ha fatto per sé: una vita tranquilla e sicura nella provinciale Ancona, un bravo marito benestante, due figlie allevate nell’agio, valori che Micaela, sola, senza un’occupazione fissa, precaria per vocazione e per convinzione, irride. Nella trama del romanzo, attraverso un confronto che assume sempre più il carattere di scontro, Agnese rivive, sullo sfondo dell’Italia degli anni Sessanta e Settanta, i ricordi dell’infanzia e della giovinezza: l’impegno nello studio, la lotta contro l’obesità, l’attrazione che evolve in amore per il cugino Sergio, il rapporto complesso con la sorella, l’invidia, mai del tutto riconosciuta, per la sua propensione a cavalcare le tumultuose vicende del suo tempo.

Un’inquietudine crescente si impadronisce di Agnese. È assalita dall’ansia per le due figlie, in vacanza da sole e non raggiungibili telefonicamente, mentre il viaggio nella memoria la riconduce in modo inesorabile al punto, dolorosissimo, che ha segnato la sua vita.

Intanto, a Bolzano un ispettore di polizia interroga due sorelle, uniche testimoni di un incidente sciistico costato la vita a un loro compagno di vacanza. Il sospetto che gli sci siano stati manomessi alimenta nel commissario la convinzione che le ragazze siano responsabili dell’accaduto…

Commenti