Il Guardian propone le scelte (a volte discutibili) dello scrittore e critico letterario Robert McCrum. Ecco i suoi 100 romanzi preferiti (in ordine cronologico), tra grandi classici di oggi e di ieri e libri meno noti al pubblico italiano...

Il Guardian propone la lista dei 100 migliori romanzi scritti in lingua inglese. Le scelte (discutibili, in qualche caso) sono di Robert McCrum, classe ’53, scrittore, editore (ha lavorato per Faber & Faber), critico letterario, a lungo firma letteraria dell’Observer (e del Guardian).

Spazio ai grandi classici, naturalmente, e a tanti romanzi molto noti (e molto amati) anche da noi. Numerosi, tra l’altro, quelli diventati dei film. Ma ce ne sono anche alcuni (pochi) meno conosciuti dal pubblico italiano.

Ecco la sua selezione (in ordine cronologico):

1) “Il pellegrinaggio del cristiano” (1678) di John Bunyan, considerata una delle opere principali sul cristianesimo riformato;

2) “Robinson Crusoe” (1719) di Daniel Defoe;

3) “I viaggi di Gulliver” (1726) di Jonathan Swift;

4) “Clarissa” (1748), romanzo epistolare di Samuel Richardson;

5) “Tom Jones” (1749) di Henry Fielding;

6) “Vita e opinioni di Tristram Shandy, gentiluomo” (1760-1767), romanzo di Laurence Sterne in nove volumi;

7) “Emma” (1816) di Jane Austen;

8)  “Frankenstein” (1818) di Mary Shelley;

9) “Nightmare Abbey” (1818) di Thomas Love Peacock;

10) “Storia di Arthur Gordon Pym” (1838) di Edgar Allan Poe;

-11) “Sybil” (1845) di Benjamin Disraeli;

-12) “Jane Eyre” (1847) di Charlotte Brontë;

-13) “Cime tempestose” (1847) di Emily Brontë;

-14) “La fiera della vanità” (1848) di William Thackeray;

-15) “David Copperfield” (1850) di Charles Dickens;

-16) “La lettera scarlatta” (1850) di Nathaniel Hawthorne;

-17) “Moby-Dick” (1851) di Herman Melville;

-18) “Alice nel paese delle meraviglie” (1865) di Lewis Carroll;

-19) “La pietra di Luna” (1868) di Wilkie Collins;

-20) “Piccole donne” (1868-9) di Louisa May Alcott

-21) “Middlemarch” (1871-2) di George Eliot;

-22) “The Way We Live Now” (1875) di Anthony Trollope;

-23) “Le avventure di Huckleberry Finn” (1884/5) di Mark Twain;

-24) “Il ragazzo rapito” (1886) di Robert Louis Stevenson;

-25) “Tre uomini in barca” (1889) di Jerome K Jerome;

-26) “Il segno dei quattro” (1890) di Arthur Conan Doyle;

-27) “Il ritratto di Dorian Gray” (1891) di Oscar Wilde;

-28) “New Grub Street” (1891) di George Gissing;

-29) “Jude l’Oscuro” (1895) di Thomas Hardy;

-30) “Il segno rosso del coraggio” (1895) di Stephen Crane;

-31) “Dracula” (1897) di Bram Stoker;

-32) “Cuore di tenebra” (1899) di Joseph Conrad;

-33) “Nostra sorella Carrie” (1900) di Theodore Dreiser;

-34) “Kim” (1901) di Rudyard Kipling;

-35) “Il richiamo della foresta” (1903) di Jack London;

-36) “The Golden Bowl” (1904) di Henry James;

-37) “Hadrian the Seventh” (1904) di Frederick Rolfe;

-38) “Il vento tra i salici” (1908) di Kenneth Grahame;

-39) “The History of Mr Polly” (1910) di HG Wells;

-40) “Zuleika Dobson” (1911) di Max Beerbohm;

-41) “Il buon soldato” (1915) di Ford Madox Ford;

-42) “I trentanove scalini” (1915) di John Buchan;

-43) “L’arcobaleno” di DH Lawrence (1915);

-44) “Schiavo d’amore” di W Somerset Maugham (1915);

-45) “L’età dell’innocenza” (1920) di Edith Wharton;

-46) “Ulisse” (1922) di James Joyce;

-47) “Babbitt” (1922) di Sinclair Lewis;

-48) “Passaggio in India” (1924) di EM Forster;

-49) “Gli uomini preferiscono le bionde” (1925) di Anita Loos;

-50) “La signora Dalloway” (1925) di Virginia Woolf;

-51) “Il grande Gatsby” (1925) di F Scott Fitzgerald;

-52) “Lolly Willowes” (1926) di Sylvia Townsend Warner;

-53) “Fiesta (Il sole sorgerà ancora)” (1926) di Ernest Hemingway;

-54) “The Maltese Falcon” (1929) di Dashiell Hammett;

-55) “Mentre morivo” (1930) di William Faulkner;

-56) “Il mondo nuovo” (1932) di Aldous Huxley;

-57) “Cold Comfort Farm” (1932) di Stella Gibbons;

-58) “Nineteen Nineteen” (1932) di John Dos Passos;

-59) “Tropico del Cancro” (1934) di Henry Miller;

-60) “Scoop” (1938) di Evelyn Waugh;

-61) “Murphy” (1938) di Samuel Beckett;

-62) “Il grande sonno” (1939) di Raymond Chandler;

-63) “Party Going” (1939) di Henry Green;

-64) “At Swim-Two-Birds” (1939) di Flann O’Brien;

-65) “Furore” di John Steinbeck (1939);

-66) “Joy in the Morning” (1946) di PG Wodehouse;

-67) “All the King’s Men” (1946) di Robert Penn Warren;

-68) “Sotto il vulcano” (1947) di Malcolm Lowry;

-69) “The Heat of the Day” (1948) di Elizabeth Bowen;

-70) “1984″ (1949) di George Orwell;


-71) “Fine di una storia” (1951) di Graham Greene;

-72) “Il giovane Holden” (1951) di JD Salinger;

-73) “Le avventure di Augie March” (1953) di Saul Bellow;

-74) “Il signore delle mosche” (1954) di William Golding;

-75) “Lolita” (1955) di Vladimir Nabokov;

-76) “Sulla strada” (1957) di Jack Kerouac;

-77) “L’esploratore” (1957) di Patrick White;

-78) “Il buio oltre la siepe” (1960) di Harper Lee;

-79) “Gli anni fulgenti di Miss Brodie” (1960) di Muriel Spark;

-80) “Catch-22” (1961) di Joseph Heller;

-81) “Il taccuino d’oro” (1962) di Doris Lessing;

-82) “Arancia meccanica” (1962) di Anthony Burgess;

-83) “Un uomo solo” (1964) di Christopher Isherwood;

-84) “A sangue freddo” (1966) di Truman Capote;

-85) “La campana di vetro” (1966) di Sylvia Plath;

-86) “Il lamento di Portnoy” (1969) di Philip Roth;

-87) “Mrs Palfrey at the Claremont” (1971) di Elizabeth Taylor;

-88) “Il ritorno di Coniglio” (1971) di John Updike;

-89) “Canto di Salomone” (1977) di Toni Morrison;

-90) “Alla curva del fiume” (1979) di VS Naipaul;

-91) “I figli della mezzanotte” (1981) di Salman Rushdie;

-92) “Padrona di casa” (1981) di Marilynne Robinson;

-93) “Money” (1984) di Martin Amis;

-94) “Un artista del mondo fluttuante” (1986) di Kazuo Ishiguro;

-95) “The Beginning of Spring”(1988) di Penelope Fitzgerald;

-96) “Breathing Lessons” (1988) di Anne Tyler;

-97) “Moran tra le donne” (1990) di John McGahern;

-98) “Underworld” (1997) di Don DeLillo;

-99) “Vergogna” (1999) di JM Coetzee;

-100) “La ballata di Ned Kelly” (2000) di Peter Carey;

LEGGI ANCHE:


Ecco i 50 libri che hanno cambiato il mondo

Commenti