Ogni lettore ha le proprie abitudini ma, a quanto pare, uno dei modi più efficaci per lasciarsi trasportare da una storia è accendere una candela. Se ne vendono anche nelle librerie e ne esistono di molto particolari: come quelle il cui odore ricorda l'atmosfera di un'antica biblioteca, o quelle ispirate a classici come "Orgoglio e pregiudizio" e "Il grande Gatsby" - La tendenza

Ogni lettore ha le proprie abitudini: c’è chi legge in assoluto silenzio, chi ascolta una musica conciliante, chi riesce a dedicarsi al proprio libro solo la sera prima di andare a dormire e chi, invece, potrebbe concentrarsi anche nei luoghi più affollati. In qualsiasi caso, quello che conta è lasciarsi trasportare dalla narrazione e sembra che uno dei modi più efficaci per farlo sia accendere una candela.

Sì, perché a quanto pare tenere una candela accesa mentre si sfoglia un libro permette di immergersi completamente in una storia. Infatti, sempre più di frequente si possono acquistare candele anche all’interno delle librerie, insieme a shopper e altri accessori a tema.

Secondo un recente articolo pubblicato dal New York Times questa moda è talmente diffusa che esistono candele apposite a seconda del tipo di libro scelto: per esempio, per chi ama leggere mentre diluvia, se fuori c’è il sole esiste la candela Rainy Day, che ricrea l’odore delle fresche giornate di pioggia. Chi invece vuole tuffarsi nell’atmosfera di un’antica biblioteca restando sul proprio divano, può provare Enchanted Library.

A quanto pare, le due più famose “candele da libro” sono Old Books, che ha l’odore di un vecchio libro con l’aggiunta di un pizzico di cannella (qui il link per comprarla su Amazon.it), e Lost in the Stacks, il cui odore che ricorda una libreria arredata con poltrone in pelle e scale di legno scuro.

Per i lettori che invece ricercano un’esperienza ancora più unica, che si adatti perfettamente al libro in lettura, esistono anche le candele abbinate ai titoli specifici: Orgoglio e pregiudizio odora di rose e piante rampicanti, mentre Gatsby ha sentori di ginepro e fiori selvatici che dovrebbero riportarti all’età del jazz e del gin degli anni ’20. Winter Is Coming, invece, è perfetta per i lettori di Game of Thrones

Commenti