La storica Libreria Prampolini riapre le porte grazie alle sorelle Sciacca, già proprietarie della Libreria Vicolo Stretto di Catania - I particolari

Una bella notizia da Catania. Domenica 15 settembre dalle ore 18:30 in Via Vittorio Emanuele II, 333, a la storica Libreria Prampolini (1894) riapre le porte grazie alle sorelle Sciacca, già proprietarie della Libreria Vicolo Stretto di Catania.
Si chiamerà Legatoria Prampolini, “non si rilegheranno libri ma si intesseranno storie”, dichiarano le due nuove proprietarie.

Come spiega una nota, la scelta del nome nasce dal desiderio sia di ricordare l’origine della libreria che nel 1894 aprì i battenti con il nome Legatoria Libreria Tirelli sia di creare uno spazio in cui i legami ed il tempo per sé facciano da sfondo ad una delle librerie più antiche della Sicilia.

Per l’occasione la libreria ospiterà “Emotional Bauci” opera interattiva dell’Architetto Francesco Lipari inspirata a “Le città invisibili” di Italo Calvino. Rimarrà, invece, in esposizione il quadro “Il mare color del vino” della pittrice catanese Alice Valenti in onore di Andrea Camilleri.

Commenti