Ecco i 5 libri finalisti al premio Strega 2018. A Roma, a casa Bellonci, come sempre affollatissima, non è mancata la tensione. E non sono mancati i verdetti sorprendenti...

È la notte della cinquina del premio Strega 2018. E a Roma, a casa Bellonci, come sempre affollatissima, non è mancata la tensione. E non sono mancati i verdetti sorprendenti, in un’annata segnata da importanti novità nel regolamento dell’ambito riconoscimento (qui i dettagli, ndr).

E veniamo, dunque, la classifica dei 12 semifinalisti e, quindi, la cinquina.

Helena Janeczek (La ragazza con la Leica, Guanda) 256;

Marco Balzano (Resto qui, Einaudi) 243 ;

Sandra Petrignani (La corsara. Ritratto di Natalia Ginzburg, Neri Pozza) 200;

Lia Levi (Questa sera è già domani, Edizioni E/O) 173;

Carlo D’Amicis (Il gioco, Mondadori) 151;

Francesca Melandri (Sangue giusto, Rizzoli) 149;

Yari Selvetella (Le stanze dell’addio, Bompiani) 115;

Carlo Carabba (Come un giovane uomo, Marsilio) 103;

Elvis Malaj (Dal tuo terrazzo si vede casa mia, Racconti Edizioni) 93;

Angela Nanetti (Il figlio prediletto, Neri Pozza) 88;

Silvia Ferreri (La madre di Eva, NEO Edizioni) 87;

Andrea Pomella (Anni luce, ADD Editore) 57;

A questo punto cresce l’attesa per la proclamazione del vincitore, o della vincitrice, in programma giovedì 5 luglio a Villa Giulia, dove verrà assegnato l’ambito premio, del valore di 5mila euro, offerto dall’azienda Strega Alberti Benevento.

Non va dimenticato che il numero dei votanti ha ormai raggiunto un totale di ben 660 aventi diritto, e che non è semplice prevedere il risultato finale.

Ci si chiede, ad esempio, se da qui al 5 luglio arriveranno le tradizionali polemiche, finora assenti. E se quest’anno una scrittrice tornerà a imporsi allo Strega (l’ultima volta è accaduto nel 2003, con Melania Gaia Mazzucco). In questa edizione sono ben 3 le autrici in cinquina… A proposito di statistiche, in tre delle ultime quattro edizioni ha vinto un autore della casa editrice Einaudi. Quest’anno toccherà ad altri editori?

Commenti