I festival letterari e le presentazioni di libri che si sarebbero dovuti svolgere in questo periodo sono stati annullati (o rimandati) a causa della COVID-19: c'è un posto, però, dove ci si può continuare a riunire per parlare di libri, ed è il web. Per questo un gruppo di editori, scrittori e editor sta organizzando Decameron, un festival letterario online - I dettagli

Il virus sta cambiando le possibilità di movimento di lettori e lettrici, ma non la loro voglia di leggere. I festival e le presentazioni di cui l’Italia è ricca sono stati cancellati dalle norme di sicurezza contro il contagio e tanti e tante di noi sono costretti a casa o limitano al minimo la loro socialità. Non è la prima volta che l’umanità si trova davanti a un’epidemia di così grandi proporzioni, però è la prima volta che per affrontarla esiste la rete. Perché non immaginare uno spazio virtuale dove poter continuare a incontrarci, parlare di libri e di storie e restare coesi anche nella difficoltà?

Decameron – una pagina interattiva appoggiata alla piattaforma di Facebook – è un progetto pensato e promosso da un gruppo di scrittrici – Teresa Ciabatti, Chiara Valerio, Michela Murgia, Elena Janeczek, Evelina Santangelo, Caterina Bonvicini, Valeria Parrella, Rossella Milone e Alessandra Sarchi – che ha subito raccolto la collaborazione di molti editori: da Mondadori a Longanesi a Rizzoli, da Marsilio a Hacca, da Sem a Einaudi, Laterza, Nord, Sellerio, Chiarelettere e Fandango e molti altri si vanno aggiungendo in queste ore.

L’iniziativa è strutturata come un festival in digitale, con un palinsesto di incontri e contenuti variegato. Il filosofo Leonardo Caffo è stato il primo a mandare un video (già cliccatissimo) dove racconta il suo libro Il cane e il filosofo, che anche in questi tempi di difficoltà domina le classifiche della saggistica. Venerdì 13 alle 21 proseguiranno Michela Murgia e Chiara Tagliaferri, che dal soggiorno di casa interagiranno con i lettori su Bastava Chiedere! (Laterza) il saggio femminista a fumetti dell’attivista Emma che ha venduto in Francia oltre 200mila copie. Francesco Pacifico racconterà il suo rapporto con Virginia Woolf descritto nel libro Io e Clarissa Dalloway (Marsilio), Chiara Valerio, in qualità di editor, presenterà il romanzo di Marcello Domini Di guerra e di noi (Marsilio). Sabato 14 alle ore 16 Fabiano Massimi presenterà il suo ultimo libro L’angelo di Monaco.

Tra i nomi in palinsesto figurano molte firme letterarie note, come gli einaudiani Tiziano Scarpa, Marco Lodoli, Elvira Seminara e i candidati al Premio Strega Gianmario Villalta e Valeria Parrella, ma anche autori conosciuti al pubblico per altri linguaggi, come il regista Ferzan Ozpetek (al suo secondo romanzo con Mondadori), il collettivo Il terzo segreto di Satira, il fumettista Mario Alberti e il fenomeno youtuber Tommy Cassi. Nei prossimi giorni dialogheranno da casa via web con i lettori anche Pietro del Soldà, Marco Franzoso, Sandro Campani, Letizia Pezzali, Emmanuelle de Villepin, Andrea Pomella, Emanuela Canepa, Paolo Malaguti, Lorenzo Marone e Sandro Bonvissuto, Walter Siti, Bruno Morchio, Maurizio de Giovanni, Roberto Burioni, Maria Sole Bianco, Cristina De Stefano, Adrian Fartade, Margherita Melani, Claudia La Malfa, Quarzo Vivarelli, Maria Giovanna Luini.

Non mancheranno gli esordi, come Sara Loffredi e Angelica Grivel, e anche qualche sorpresa dall’estero, come le statunitensi Mathangi Subramanian e Lisa Taddeo, quest’ultima attesa ai festival con Tre Donne (Mondadori) e purtroppo fermata dal virus alla frontiera. Il progetto è aperto e in continuo divenire e anche se risponde a un’emergenza, potrebbe lasciare un’eredità importante di metodo e di linguaggio anche quando la situazione degli spostamenti sarà tornata alla normalità.

Commenti