Giovanna Milella e Giulia Cogoli alla guida del Salone del libro di Torino. Picchioni sarà ascoltato in settimana dai pm - I dettagli

Giovanna Milella e Giulia Cogoli, due donne competenti e dinamiche per una nuova stagione del Salone internazionale del Libro“. Il tweet del sindaco di Torino Piero Fassino conferma le voci: dopo la bufera dei giorni scorsi, con la perquisizione della sede e le indagini nei confronti del presidente della Fondazione per il Libro Rolando Picchioni da parte della Procura del capoluogo piemontese (l’ipotesi di reato è peculato, qui i dettagli), arriva l’attesa decisione sul nuovo vertice del Salone, con la proposta di nomina.

A Giovanna Milella, giornalista e conduttrice tv, e a Giulia Cogoli, un passato in Mondadori, ideatrice e direttrice per le prime dieci edizioni del Festival della Mente di Sarzana, direttrice del festival di antropologia culturale Pistoia – Dialoghi sull’uomo, da un anno nel Cda della Fondazione per il Libro, il compito di rilanciare e proiettare nel futuro la manifestazione.

“L’obiettivo a cui dovrà tendere la nuova guida del Salone è l’ulteriore espansione e crescita di un evento che -grazie alla competenza e alla passione di Rolando Picchioni e di Ernesto Ferrero- si è affermato come una delle principali manifestazioni internazionali del Libro“, spiega una nota di Regione e Comune.

Come scrive La Stampa, Picchioni sarà ascoltato in settimana dai pm. A confermarlo è l’avvocato Giampaolo Zancan, che difende Picchioni insieme alla figlia Valentina.

LEGGI ANCHE:

Ferrero e il nuovo vertice del Salone del libro: “Milella-Cogoli? Una buona scelta…”. Intervista “a caldo”

Bufera sul Salone del libro di Torino: Picchioni indagato per peculato 

Commenti