Tradotti per la prima volta in italiano i tre racconti scritti tra il 1940 e il 1944 da un Salinger poco più che ventenne

Nessun libro di J.D. Salinger – morto nel 2010 – è stato più pubblicato dopo l’inizio degli anni sessanta, vale a dire da quando l’autore de Il giovane Holden si ritirò dalla vita pubblica. I tre racconti brevi ora proposti in italiano da Il Saggiatore (con il titolo I giovani), quasi perduti, sono stati scritti tra il 1940 e il 1944 da un Salinger poco più che ventenne; vengono quindi riscoperti e presentati al pubblico, dopo quasi cinquant’anni dalla loro comparsa.

The Young Folks, che dà il titolo alla raccolta, è la primissima prova letteraria del giovane Salinger: un ironico e spietato ritratto di due ragazzi dell’alta società newyorkese. Il racconto fu pubblicato nel 1940 dalla rivista Story Magazine
di Whit Burnett, suo insegnante alla Columbia University.

Il secondo racconto, Go See Eddie, apparve nello stesso anno sul giornale dell’università (The University of
Kansas City Review).

Il terzo, Once A Week Won’t Kill You, fu stampato nel 1944, di nuovo per Story Magazine.

Questa piccola, inedita raccolta, anticipa i grandi temi e le ambientazioni delle opere successive: la solitudine, la difficoltà e le follie della giovinezza, la ricerca di libertà e la speranza nel futuro, la necessità di riparare nel mondo favoloso dell’infanzia.

LEGGI ANCHE:

salinger

16 big delle letteratura (tra cui Salinger…) “trasformati” da un illustratore (che ama i giochi di parole): ecco le immagini

Commenti