Film tratti da libri, il nostro speciale - La fine del 2016 si annuncia come il periodo dello sbarco sul grande schermo di bestseller e romanzi di alcuni tra gli autori più amati. Da settembre 2016 a gennaio 2017, ecco le novità in arrivo...

Con l’autunno arrivano moltissimi film tratti da libri: la fine del 2016 e i primi mesi del 2017, infatti, si annunciano come il periodo dello sbarco sul grande schermo di bestseller e romanzi di alcuni tra gli autori più amati. Da settembre 2016 a gennaio 2017, ecco le novità in arrivo al cinema: dieci (più uno) film tratti da libri.

Io prima di te (Jojo Moyes, Io prima di te, Mondadori)

Molti spettatori si sorprenderanno ritrovando Emilia Clarke (la «khaleesi» del Trono di Spade) nel ruolo della romantica assistente di un giovane e cinico banchiere, rimasto paralizzato dopo un incidente. Abituati ad ammirarla mentre cavalca draghi e impartisce ordini a schiere di mercenari al suo comando, è piuttosto insolito vederla vestire abiti colorati e sorridere senza poi sterminare un esercito di nemici. I fan della serie di Jojo Moyes comunque sembrano gradire il cambio di rotta, quelli della saga di George R.R. Martin (autore dei romanzi da cui è tratto Il trono di spade) forse un po’ meno.

Al cinema dal 1° settembre

Ben Hur (Lew Wallace, Ben Hur, Garzanti)

Più che al romanzo di Lew Wallace, grande bestseller di fine Ottocento, quando si parla di Ben Hur quasi tutti pensano al celebre film del 1959 diretto da William Wyler con Charlton Heston nella parte del protagonista. Perché anche chi non l’ha visto ne avrà sicuramente sentito parlare: fino al 1997 ha detenuto il record per il numero di premi Oscar assegnati a un film. E poi la scena della corsa delle bighe (in realtà quadrighe, NdA) è un pezzo di storia del cinema. Riuscirà a ripetere l’impresa anche Timur Bekmambetov, regista di questa quarta trasposizione cinematografica del romanzo? Almeno un elemento di continuità c’è di sicuro: anche questa nuova versione è stata girata negli studi romani di Cinecittà.

Al cinema dal 29 settembre

La ragazza del treno (Paula Hawkins, La ragazza del treno, Piemme)

Il romanzo di Paula Hawkins è diventato un fenomeno editoriale al punto da rendere la propria autrice, fino all’anno scorso pressoché sconosciuta, una delle scrittrici più ricche del mondo. Ma, al di là delle curiosità, dietro a questo straordinario successo c’è molto più. Saranno i temi delicati che il libro tratta, sarà l’avvincente mistero che racconta, ma La ragazza del treno deve avere qualcosa di davvero speciale se è riuscito a catturare l’attenzione di oltre dieci milioni di lettori di tutto il mondo. Per non parlare dei produttori cinematografici che hanno deciso di portare sullo schermo la drammatica storia di Rachel, interpretata dall’attrice inglese Emily Blunt.

Al cinema dal 7 ottobre negli Stati Uniti. In Italia non c’è ancora una data ufficiale

Inferno (Dan Brown, Inferno, Mondadori)

Per la terza volta vedremo sullo schermo Robert Langdon, il famoso professore di Harvard creato dalla penna di Dan Brown e interpretato dall’inossidabile Tom Hanks. In questi giorni al cinema con il documentario sui Beatles Eight Days a Week, Ron Howard ritorna dietro la macchina da presa dopo i successi al botteghino dei primi due episodi, Il codice Da Vinci e Angeli e demoni. Ma soprattutto ritorna in Italia, e più precisamente a Firenze. La città di Dante infatti è la vera co-protagonista del film, che diversamente dalla pellicola precedente non vedrà la partecipazione di attori italiani di rilievo. Ma non sarà il campanilismo a fermare gli spettatori italiani, vero?

Al cinema dal 13 ottobre

American Pastoral (Philip Roth, Pastorale americana, Einaudi)

Il capolavoro di Philip Roth arriva al cinema dopo numerosi tentativi naufragati tra la ricerca di un regista e di un cast all’altezza dell’impresa. Con queste premesse deve essere piuttosto alta la pressione di portare sullo schermo un romanzo considerato a ragione un classico della letteratura americana, vincitore del Premio Pulitzer. A quanto pare a Ewan McGregor piacciono le sfide, visto che ha scelto American Pastoral per il suo esordio alla regia e per interpretarne il memorabile protagonista. Un in bocca al lupo se lo merita.

Al cinema dal 20 ottobre

Jack Reacher: Punto di non ritorno (Lee Child, Punto di non ritorno, Longanesi)

Le avventure di Jack Reacher, l’eroe solitario creato dalla penna di Lee Child, vantano numerosi e insospettabili estimatori, da Haruki Murakami a Gianni Riotta. Ma tra le fila degli appassionati lettori di Child c’è sicuramente anche Tom Cruise che entra nuovamente nei panni dell’ex soldato diventato giustiziere dopo un primo episodio di sano e solido divertimento, ma senza sfaceli al botteghino. Andrà meglio con questa seconda pellicola, girata dal premio Oscar Edward Zwick, che aveva già diretto Cruise nell’Ultimo samurai?

Al cinema dal 20 ottobre

Fai bei sogni (Massimo Gramellini, Fai bei sogni, Longanesi)

Il romanzo autobiografico di Massimo Gramellini è stato uno dei più grandi successi editoriali degli ultimi anni. Il racconto appassionato e commovente della sua infanzia e della sua vita è stato raccolto da uno dei più importanti registi italiani, Marco Bellocchio, per arrivare nei cinema italiani dopo l’entusiasmante presentazione al Festival di Cannes, dove è stato a lungo applaudito da pubblico e critica. E in Italia può già contare sull’affetto di oltre un milione di lettori.

 

Al cinema dal 10 novembre

Animali fantastici e dove trovarli (J.K. Rowling, Gli animali fantastici: dove trovarli, Salani)

Anche se in realtà il film è soltanto ispirato al libro di J.K. Rowling, è impossibile resistere alla voglia di tornare nel magico mondo di Harry Potter (che il 24 settembre ritorna in libreria con l’ottava, attesissima storia: Harry Potter e la maledizione dell’erede). A differenza della saga ‘tradizionale’ però, questa avventura si svolge negli Stati Uniti all’inizio del Novecento, quando il giovane mago Newt Scamander (l’autore fittizio del manuale cui si ispira il film nonché suo protagonista con le fattezze del premio Oscar Eddie Redmayne) arriva nel Nuovo mondo portando con sé una valigia piena zeppa di creature magiche. Siamo già in coda per prendere i biglietti.

Al cinema dal 17 novembre

Animali notturni (Austin Wright, Tony & Susan, Adelphi)

Presentato pochi giorni fa alla Mostra del Cinema di Venezia e premiato con il Leone d’Argento – Gran Premio della Giuria, il nuovo film di Tom Ford (lo stilista che in tempi non sospetti ha risollevato le sorti di Gucci e che ha già firmato la regia di A Single Man) è un thriller raffinato e inquietante su una coppia a lungo separata che tornerà in contatto grazie a un misterioso manoscritto. Astenersi deboli di cuore, ma sembra essere uno dei film più promettenti della stagione.

Al cinema dal 17 novembre

Miss Peregrine – La Casa dei Ragazzi Speciali (Ransom Riggs, La casa per bambini speciali di Miss Peregrine, Rizzoli)

A chi fareste dirigere un film su una scuola che ospita in segreto dei bambini dotati di poteri speciali e un po’ inquietanti? Se avete risposto «Tim Burton», avete avuto la stessa idea dei produttori del suo nuovo film. Forse il regista di Burbank non ha trovato l’idea giusta per portare sullo schermo il suo libro Morte malinconica del bambino ostrica e altre storie e ha optato per un’altra galleria di giovani, bizzarri personaggi. O forse si è innamorato dei protagonisti del romanzo di Ransom Riggs. Fatto sta che i fan di Beetlejuice e Nightmare Before Christmas (di cui Burton è stato autore e produttore, ma non regista come molti pensano) sanno già quale data segnare sul calendario.

Al cinema dal 15 dicembre

Arrival (Ted Chiang, Storie della tua vita, Frassinelli)

Dopo Enemy, tratto dall’Uomo duplicato di José Saramago, anche il nuovo film di Denis Villleneuve si ispira alla letteratura. Il regista canadese infatti parte dal racconto Storia della tua vita di Ted Chiang, contenuto nel volume Storie della tua vita, per narrare l’arrivo sulla Terra di alcune astronavi aliene e il seguente tentativo di stabilire un contatto con le forme di vita che si trovano a bordo. Ma il rapporto di Villeneuve con la carta stampata non si fermerà con Arrival. Di recente infatti è arrivata la conferma che sarà lui a dirigere il sequel di Blade Runner, cult della fantascienza ispirato dal romanzo di Philip K. Dick Il cacciatore di androidi (conosciuto anche come Ma gli androidi sognano pecore elettriche?).

Al cinema dal 24 novembre

Sully (Jeffrey Zaslow, Sully: Miracolo sull’Hudson, Harper Collins)

15 gennaio 2009. Il volo nazionale 1549, appena decollato dall’aeroporto La Guardia di New York, dopo soli sei minuti si scontra con uno stormo di oche selvatiche che danneggia entrambi i motori dell’Airbus A320. A bordo ci sono 150 passeggeri e cinque membri dell’equipaggio. Il Comandante Cheslea “Sully” Sullenberger decide di effettuare un ammaraggio d’emergenza sul fiume Hudson. Le immagini di quella manovra fanno il giro del mondo. Il regista premio Oscar Clint Eastwood porta sullo schermo l’eroico pilota, che ha il volto di Tom Hanks. Un film che nel primo weekend di programmazione negli USA si è posizionato primo in classifica per incassi. Chissà se anche da noi sarà così: gli ingredienti per il successo ci sono tutti.

Dal 15 dicembre al cinema

Il GGG – Il Grande Gigante Gentile (Roald Dahl, Il GGG, Salani)

È una delle storie più divertenti e appassionanti della letteratura per ragazzi. È ispirato a uno dei libri più belli di uno scrittore eccezionale come Roald Dahl, della cui nascita si è da poco festeggiato il centenario. È una delle trasposizioni cinematografiche più attese di sempre, in lavorazione da oltre venticinque anni. È diretto da uno dei più importanti registi viventi, Steven Spielberg, ed è la prima volta che la Disney produce una sua pellicola. È il film che ha convinto la sceneggiatrice Melissa Mathison a una nuova collaborazione con Spielberg dopo E.T. l’extraterrestre. In sintesi: è il film perfetto per cominciare l’anno nuovo.

Dal 1° gennaio al cinema

Commenti