Sullo sfondo dell'Europa reduce della Seconda Guerra mondiale, due donne si incontrano, si scontrano, si alleano. "Fiori dalla cenere" di Kate Quinn è un libro sulla collaborazione e l'intraprendenza femminile. Un romanzo in cui non mancano pericoli e segreti perché, dopotutto, la fine della guerra non significa per forza l'inizio della pace...

La fine della guerra, le città reduci dai bombardamenti, l’incontro tra due donne. È questo il mondo che si apre nelle prime pagine di Fiori dalla cenere (Editrice Nord, traduzione di A. Ricci), il nuovo romanzo di Kate Quinn, autrice americana amante della storia.

Alla fine della Seconda Guerra mondiale, due donne si incontrano per caso, ed entrambe stanno cercando qualcuno: la prima vuole ritrovare la cugina Rose, scomparsa in Francia nel 1941; l’altra programma la sua vendetta verso un uomo, trionfo e rovina della sua vita.

Charlotte, che preferisce di gran lunga il soprannome Charlie, ha affrontato un lungo viaggio per arrivare davanti a quella casa: è la sua ultima speranza di ritrovare la cugina. Ma quando bussa alla porta, ad aprire è Eve Gardiner, una donna burbera e piena di rancore, per nulla intenzionata ad aiutarla.

Kate Quinn

Pronta a cacciarla via, Eve sente pronunciare da Charlie il nome dell’uomo per cui lavorava Rose: il suo sguardo cambia, la sua memoria torna a trent’anni prima, quando era giovane, timida e fin troppo silenziosa…

Al suo arrivo a Lille, nel 1915, possedeva solo un documento falso e l’entusiasmo dei suoi vent’anni. Assomigliava a tutte quelle ragazze che si spingevano in città per la fame e, abbastanza graziosa per essere assunta come cameriera, passava assolutamente inosservata: chi avrebbe sospettato potesse essere una spia inglese e che capisse perfettamente le conversazioni in tedesco dei soldati a cui serviva da bere? Solo il proprietario del locale, un collaborazionista scaltro e spregevole, si era deciso ad aggiungerla alla sua lista di conquiste…

Le due donne, seppure diverse, condividono determinazione, coraggio, spirito combattivo. Fiori dalla cenere è un libro sulla collaborazione e l’intraprendenza femminile, in cui non mancano pericoli e segreti perché, dopotutto, la fine della guerra non significa per forza l’inizio della pace. Sarà solo la scoperta della verità a liberare i fantasmi del passato, e a creare un percorso capace di guardare al futuro.

Commenti