Dalla satira de "Il Ruspa" di Stefano Antonucci a "Il futuro nei denti", esordio di Gianluca Giovannini, in arte Giangioff, passando per "Il libretto rosso del trio occhialuto antifascista" di Davide la Rosa e per la prima raccolta di Edoardo Testi, in arte FumEddy: a Lucca Comics & Games debuttano le prime uscite del nuovo marchio Fumetti di Cane

Nasce un nuovo marchio che si rivolge agli appassionati di fumetto e si presenta a Lucca Comics & Games. Parliamo di Fumetti di Cane, progetto ideato da Stefano Antonucci e Gianluca Caputo.

fumetti di cane

E veniamo alle prime uscite: iniziamo da Il Ruspa, firmato dallo stesso Antonucci, grafico editoriale e autore satirico, qui al suo debutto da autore unico. In precedenza ha infatti pubblicato per Shockdom, in coppia con Daniele Fabbri, Qvando c’era Lvi, Il Piccolo Fuhrer, Gesù La trilogia, V for Vangelo e Fascisti su Tinder, mentre per Feltrinelli, dopo aver pubblicato Il timido Anticristo, e al lavoro su nuovi progetti.

ruspa

Il Ruspa è stupido e cattivo. Vive in una casetta in mezzo al bosco insieme all’Umberto, un vecchietto che non si alza mai dal letto e si esprime a grugniti. Si sente molto infelice, perché sogna di essere amato da tutti ma non ha alcuna intenzione di migliorare il suo pessimo carattere. Che fare? Fortunatamente, con l’aiuto di un astuto Verme, riesce a costruire un’efficace attività di propaganda. Il piano è semplice: se il Ruspa non vuole diventare buono, dovrà convincere tutti gli altri a diventare cattivi…

il futuro nei denti

Il 23enne Gianluca Giovannini, in arte Giangioff, è al debutto con Il futuro nei denti: Marco è uno studente universitario, ma vuole mollare gli studi. È un musicista, ma conosce solo due accordi e non sa nemmeno come si chiamano. È un sognatore, ma si sveglia sempre più depresso e più spaventato dal futuro. Le cose iniziano ad andare meglio quando, nell’arco di poche ore, incontra una ragazza che gli piace ed un ragazzo che vuole organizzargli un concerto. Ma certe volte, anche se fai di tutto per liberartene, la sconfitta ti sta addosso come un vestito troppo stretto. Il futuro tra i denti parla di rock, di droghe, di amori consumati in fretta, ma soprattutto di impossibilità di fare progetti, di sentirsi integrati, di risolvere i propri conflitti interiori. Un malessere profondo, che intacca ogni suo personaggio e dal quale non sembra esserci una via di fuga.

Il libretto rosso del trio occhialuto antifascista

Davide la Rosa, già protagonista con il blog Mulholland Dave, ha scritto e disegnato libri a fumetti per tanti editori. Ne Il libretto rosso del trio occhialuto antifascista troviamo Pertini, Nenni e Saragat più vivi ed antifascisti che mai. Il loro ritorno è stato reso necessario da un altro ritorno, ben più indesiderabile: quello di Mussolini in persona, intenzionato a rifondare il regime ad ogni costo. I tre, come novelli Avengers, sventeranno ogni suo tentativo di restaurare il potere, provocando nel Duce una tale umiliazione da spingerlo, ogni volta, a farsi detonare… Tra citazioni anni ’90 e satira politica, si nasconde l’amara conclusione che il fascismo sia uno stato della mente più che un regime politico, e che come tale possa esistere in tutte le epoche e riadattarsi ad ogni contesto.

Spazio poi ad Edoardo Testi, in arte FumEddy (molto seguito su Instagram), abruzzese classe ’89. Nella sua prima raccolta, Post-apocalittici, ci imbattiamo in un fumettista timido, impacciato e sfortunato con le donne, che incontra un gatto vanitoso e risoluto, che aspira a diventare un influencer. Sembrerebbero la più improbabile delle coppie, e invece vivranno una serie di assurde avventure, che renderanno il primo un po’ meno insicuro, il secondo un po’ più profondo…

 

 

 

 

Commenti