Lorenza, Lavinia e Veronica Manfrotto festeggiano i 20 anni della libreria Palazzo Roberti di Bassano del Grappa, considerata una delle più belle d'Italia e del mondo

Ci siano già occupati della libreria Palazzo Roberti di Bassano del Grappa, considerata una delle più belle d’Italia e del mondo. E che ora festeggia i suoi primi 20 anni.

Era il 28 marzo 1998 quando Palazzo Roberti apriva le sue porte. Una nuova libreria, spaziosa ed elegante, si affacciava nel centro cittadino fra la curiosità di molti. I clienti di questo luogo speciale non cercano “solo” un libro, ma spesso un’esperienza, di bellezza, di racconto e di incontro.

Per festeggiare questo traguardo, sabato 14 aprile, a partire dalle 16.30, la libreria ha invitato alcuni amici autori che, fra gli scaffali dei libri, saranno a disposizione per intrattenersi con il pubblico. Sono Luca Bianchini, Diego Dalla Palma, Paola Maugeri e Matteo Righetto, quattro diversi scrittori, per estrazione e tipologia di lettori, che si potranno conoscere da vicino, celebrando la filosofia di questa famiglia, che ha il volto di Lorenza, Lavinia e Veronica Manfrotto e dei preparati collaboratori che ogni giorno la animano. Gli acquisti, solo per questo giorno speciale, saranno accompagnati da un omaggio, una borsa celebrativa.

E pensare che il destino di questo immobile doveva essere diverso. Nel dicembre del 1988 Lino Manfrotto, già fotografo e fondatore dell’omonimo gruppo industriale, acquistava Palazzo Roberti per farne l’abitazione di famiglia. Un vincolo ministeriale, posto dopo l’acquisto, ne destinava l’uso a libreria, scombinando i piani. Dopo un accurato restauro, nel 1998 si inaugurava così la Libreria Palazzo Roberti, affidata alle tre figlie: settecento metri quadrati di superficie incorniciati da giardino, affreschi, stucchi e scaffali in noce. Quella che ai più parve una splendida impresa condannata a un sicuro fallimento, oggi è una storia di successo, coltivata dalla vocazione, allora sconosciuta, di Lavinia, Lorenza e Veronica.

Commenti