Si sperimenta il modo di "aprire librerie" sui mezzi pubblici: poster con i libri disegnati, ciascuno con un codice da scansionare. I passeggeri potranno avere una preview e l'indirizzo del negozio più vicino...

Una delle cose più piacevoli nel prendere i mezzi pubblici è la possibilità di vedere intorno a noi gli altri passeggeri che leggono. A essere interessante e curioso è un po’ tutto: cosa stanno leggendo? Come lo stanno leggendo? E chi sta leggendo cosa? Può avere senso allora approfittare del contesto favorevole, per incoraggiare le persone a prendere in considerazione un libro. Avete mai pensato a delle librerie sui mezzi pubblici? Nelle carrozze del metrò o del tram?

Come ha recentemente raccontato Bookriot.com, gli studenti di una scuola di comunicazione di Miami hanno avuto questa stessa intuizione e hanno deciso di provare a cogliere l’opportunità. Si sono messi al lavoro e hanno progettato una”Libreria Metropolitana“. Per ora il progetto non è ancora diventato realtà, ma esiste già un prototipo, di cui vi mostriamo alcune immagini (fonte immagini designtaxi.com).

L’idea è estremamente semplice: attaccare dei poster alle pareti delle carrozze, con disegnate sopra file di libri (proprio come nelle librerie), ciascuno col suo codice a barre scansionabile.

librerie sui mezzi pubblici

librerie sui mezzi pubblici

Quando un passeggero vede un libro che gli sembra interessante, può ottenere immediatamente una preview di una decina di pagine, scansionando il codice con il cellulare o il tablet (l’operazione usa una tecnologia chiamata Near Field Communication).

librerie sui mezzi pubblici

Alla fine dell’anticipazione che ha ricevuto il lettore trova l’indicazione su dove si trovano le librerie più vicine, in cui quel titolo è disponibile.

librerie sui mezzi pubblici

Alla continua evoluzione della tecnologia corrisponde una continua evoluzione delle opportunità anche per il mondo del libro. Una carrozza della metropolitana, del bus o del tram, può acquisire nuove dimensioni e trasformarsi, per esempio, in una libreria. Si pensi a quello che sta accadendo in questi giorni con il lancio di Pokemon Go: forse un domani potremmo trovare sparsi nelle nostre città, non solo piccoli “mostri tascabili”, ma molto altre sorprese, da catturare muniti di smartphone e applicazione apposita. Forse in futuro potremo trovare librerie in molti luoghi finora impensati.

LEGGI ANCHE – Ecco perché leggere sui mezzi pubblici

librerie new york

LEGGI ANCHE – A New York i libri usati si comprano “al metro”

 

Commenti