La nostra personale (lunga) lista di libri lgbtq da leggere almeno una volta nella vita, tra classici e romanzi moderni, amori osteggiati e convenzioni sociali soffocanti... ma anche storie a lieto fine

La letteratura classica è ricca di relazioni omoerotiche, basti pensare alle tipologie d’amore descritte nel Simposio di Platone e più in generale alle relazioni tra eroi, a partire da Achille e Patroclo. Senza contare le scappatelle di Zeus con giovani attraenti, primo tra tutti Ganimede. In epoche un po’ più recenti i sonetti di Shakespeare dedicate al fair youth, il bel giovane, il suo Master mistress.

Per quanto riguarda l’omosessualità femminile in letteratura vanno ricordate, naturalmente, le poesie di Saffo, punteggiate dai suoi amori per le alunne, caratterizzati da “invidia verde” non appena esse si allontanavano dal tiaso per avviarsi verso il matrimonio. Ma anche le vampire vittoriane, a partire dalla protagonista di Carmilla di Sheridan Le Fanu, che trascorrevano le loro notti a sedurre vergini per poi cibarsi del loro sangue.

Senza parlare della totale assenza di personaggi transessuali, se si escludono i cliché della donna travestita che si spaccia cavaliere, e quello  dell’uomo che si veste da donna per escamotage bellici, primo tra tutti Ulisse. Personaggi che a un certo punto, però, tornano indietro e riassumono l’identità di partenza.

Nonostante le molte opere scritte in epoca classica, però, la “letteratura lgbtq” ha subito la censura per secoli: nel 1500 in Gran Bretagna venne osteggiata, se non addirittura vietata, la pubblicazione di opere che trattavano amori omosessuali, solo per fare un esempio.

Visto che i tempi sono cambiati e ci si sta sempre più accorgendo dell’importanza di raccontare anche storie di personaggi lgbtq, abbiamo pensato di preparare la nostra personale, sintetica lista di libri lgbtq da leggere almeno una volta nella vita. Una raccolta che non ha la pretesa di essere esaustiva, e in cui i titoli non sono proposti in ordine di importanza.

Grandi classici:

E.M. Forster, Maurice
Pubblicato postumo, l’autore per tutta la vita lo tenne nascosto: il romanzo racconta la relazione di Maurice con il compagno di scuola Clive e la scoperta della propria omosessualità nell’Inghilterra vittoriana.

 

Thomas Mann, La morte a Venezia
Pubblicato nel 1912 racconta l’attrazione di un anziano scrittore ormai all’apice del successo per un giovane. Il romanzo fa spesso riferimento alla letteratura greca.

 

Virgina Woolf, Orlando
Dedicato alla alla poetessa Vita Sackville-West, con cui l’autrice ebbe una relazione, racconta di Orlando, uomo ai tempi di Elisabetta I, che si risveglia donna secoli dopo.

 

Carlo Coccioli, Fabrizio Lupo
La storia di Fabrizio Lupo, omosessuale, raccontata a Coccioli, che la riporta in un libro che fece scalpore.

 

Pier Paolo Pasolini, Ragazzi di vita
Il romanzo racconta di un gruppo di ragazzi del sottoproletariato romano, che vivono tra piccoli furti ed espedienti, tra cui la prostituzione maschile, tema ritenuto molto scabroso ai tempi dell’uscita del volume.

 

Gore Vidal, La statua di sale

Per una notte l’amicizia di Bob e Jim si trasforma in passione. Bob, come una statua di sale, aspetterà gran parte della sua vita di rivedere Jim.

 

Classici moderni:

 

Erica Fischer, Aimée & Jaguar
La testimonianza di Lilly Wust e della sua relazione lesbica con Felice, una ragazza ebrea appartenente alla resistenza berlinese, durante la fine della seconda guerra mondiale.

 

Patricia Highsmith, Carol
Riportato alla ribalta dal film diretto da Tod Haynes, è il primo romanzo in cui l’amore tra due donne ha un lieto fine. Scritto negli anni ’50 è tratto da un evento realmente accaduto all’autrice: l’incontro con una donna bellissima ai grandi magazzini.

 

Reinaldo Arenas, Prima che sia notte
Scrittore e omosessuale: Arenas riuscì a fuggire dal regime castrista, ma l’esilio gli rivelò altri orrori. Nella sua autobiografia ripercorre tutta la sua esistenza, fino a poco prima del suicidio.

 

Fannie Flagg, Pomodori verdi fritti al caffé di Whistle Stop
L’amore tra Ruth e Idgie sboccia presto, quando sono ancora ragazze, ma ci vorranno molti anni prima che possano vivere insieme e gestire il Whistle Stop Café.

 

Pier Vittorio Tondelli, Camere separate
Leo, scrittore e omosessuale dichiarato, è alle prese con l’enorme dolore della perdita del compagno, Thomas, un giovane musicista tedesco di belle speranze. L’ultimo, commovente, romanzo di Tondelli, che esordì con i racconti di Altri libertini.

 

André Aciman, Chiamami col tuo nome
Il racconto dell’attrazione improvvisa e travolgente che sboccia tra due ragazzi, Elio, in vacanza con la famiglia nella loro villa in Riviera e un giovane ospite, Oliver.

 

Aldo Busi, Sodomie in corpo 11
Il libro narra gli spostamenti dell’autore tra il Marocco e la Tunisia, passando per la Germania. I resoconti di viaggio si intervallano a una serie di riflessioni sulla scrittura e gli incontri sessuali del protagonista.

 

Walter Siti, Scuola di nudo
Il protagonista è un professore omosessuale, percorso da un profondo odio per cose e persone che lo circondano e da una disperata ricerca di sensazioni estetico-trasgressive.

 

Jeffrey Eugenides, Middlesex
Il libro racconta la vitta di Callie/Cal ermafrodito che fino ai 14 anni cresce come una ragazza, ma poi decide di fuggire di casa e abbracciare un’identità maschile.

 

Jeanette Winterson, Non ci sono solo le arance
In una cittadina della provincia inglese, presso la famiglia bigotta che l’ha adottata, Jeanette si innamora di una ragazza. Inizia così un percorso che la porta ad allontanarsi dalla famiglia e dalle sue regole oppressive.

 

David Leavitt, Ballo di famiglia
Una raccolta di racconti ambientati negli anni Ottanta, che affrontano da diversi punti di vista il tema dell’omosessualità. Un cult del genere.

 

Annie Proulx, I segreti di Brokeback Mountain
Nel cuore dell’America tradizionale, dove i ruoli sessuali sono rigidi, due mandriani si innamorano. Questo sentimento “proibito” è però destinato a scatenare sconvolgimenti nelle loro vite. Da questo romanzo è stato tratto il film omonimo.

 

David Ebershoff, The Danish Girl
Tratto da una storia vera, il romanzo da cui è stato tratto l’omonimo film, è ambientato nei primi del Novecento in Danimarca e racconta di un pittore e del suo processo di transizione per cambiare sesso.

 

Allison Bechdel, Dykes
La storia, a fumetti, di un gruppo di amiche lesbiche tra amori, lavoro, affanni quotidiani. Forse l’opera meno autobiografica dell’autrice che ha anche raccontato la propria omosessualità e quella del padre in altre due graphic novel.

 

Abigail Tarttelin, Golden Boy
Max è un “ragazzo d’oro”, ma nasconde un segreto: è intersessuale. Dopo aver subito una violenza sessuale, è costretto ad affrontare e mettere in dubbio la propria identità: dalle analisi risulta essere incinta.

 

Haruki Murakami, La ragazza dello Sputnik
Sumire incontra Myu, una quarantenne molto attraente e raffinata, e ne resta incredibilmente affascinata; col tempo capisce che ne è innamorata, e decide di mettere momentaneamente da parte le proprie aspirazioni letterarie per lavorare come sua segretaria.

 

Piper Kerman, Orange Is The New Black
La storia di Piper Kerman, da cui è stata tratta l’omonima serie di Netflix, tra amori lesbici e carcere: la protagonista, una donna delle New York bene, deve scontare alcuni mesi in carcere a causa di un traffico di droga architettato dalla sua ex fidanzata.

 

Anne Tyler, Una spola di filo blu
“Sono gay”, è quanto dice ad Abby il figlio Danny. Due parole che sconvolgeranno la vita di una famiglia modello del sud americano.

 

Jonathan Coe, La pioggia prima che cada
La storia d’amore tra Rebecca e Rosamund, nell’Inghilterra degli anni cinquanta, raccontata da quest’ultima in una serie di audiocassette incise per Imogen, una bambina cieca, e rinvenute solo dopo la sua morte

 

Banana Yoshimoto, Kitchen
Mikage, rimasta sola dopo la perdita della nonna, viene invitata a vivere a casa di un amico e lì scopre che la madre di lui, in realtà è il padre che, rimasto vedovo, ha assunto un’identità femminile.

 

Edmund White, Il nostro caro ragazzo
Guy è un modello francese che si trasferisce a New York e lì scopre e indaga la propria identità, tra magnati innamorati di lui e spasimanti, finché ormai trentenne non trova l’amore in un giovane che lo considera suo mentore.

 

Simona Baldelli, La vita a rovescio
Tratto da una storia vera, il romanzo narra le vicende di Caterina, una giovane donna che nel Settecento si traveste da uomo e risponde al nome di Giovanni.

 

Stefano Moretti, Scappare fortissimo
La doppia vita di un uomo che tenta di nascondere la propria omosessualità raccontata nell’unico romanzo dell’autore, intellettuale amico di Elsa Morante, scomparso recentemente.

Commenti