Sinossi

Un uomo rivive il grande momento della sua vita e ne scopre la grandezza e il nulla: è il dramma di Stadelmann, la cui esistenza plebea e marginale si intreccia all’ultima stagione classica della poesia europea, all’inquietante e inafferrabile genio di Goethe, alla fine del vecchio mondo e all’affacciarsi della società moderna.
Questa storia di vitalità e di vecchiaia, di servitù e ribellione, brutalità e nostalgia, «all’ombra dell’elusiva ed elusa figura di Goethe, poteva essere raccontata» – ha detto Magris – «soltanto dall’interno dei personaggi, vedendoli agire e sentendoli parlare sulla scena; come se l’autore avesse solo ascoltato le loro parole, cercando attraverso di esse di capire e ricostruire a frammenti una storia e una morte...».
Ne è risultata una lingua rude, spezzata, aspra e incompiuta come l’esistenza quotidiana, piena di vigore sanguigno e di rivelazioni del nulla, di bagliori, di vivacità picaresca e plebea, d’infinita desolazione.
Sullo sfondo della celebre Teoria dei colori di Goethe, la vita si accende di ricordi, di sogni, di desideri, e si spegne.

  • ISBN: 8811672406
  • Casa Editrice: Garzanti
  • Pagine: 96

Dove trovarlo

€10,33

Recensioni

Al momento non ci sono recensioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Il Libraio per te

Scopri i nostri suggerimenti di lettura

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai