Enrico IV - Diana e la Tuda

Tutti i formati dell'opera

Acquistalo

Sinossi

Introduzione di Nino Borsellino
Prefazione e note di Raffaele Morabito

Andato in scena per la prima volta il 24 febbraio 1922, l’Enrico IV ebbe un successo immediato e segnò la definitiva affermazione di Pirandello come grande autore drammatico. Nella vicenda del gentiluomo che, in seguito a una caduta da cavallo durante una rievocazione in costume, crede di essere il grande imperatore di Germania Enrico IV e, una volta rinsavito, continua a simulare la follia per ridere di chi ancora lo ritiene pazzo, confluiscono molte delle ossessioni pirandelliane con una tensione e una solennità che non sono ancora maniera: il motivo della maschera ovvero l’immagine costruita con cui ogni individuo si presenta al mondo e a cui si attiene fino alla totale identificazione; il gusto della finzione e della messinscena; il contrasto tra l’essere e l’apparire che sconfinano l’uno nell’altro.

Diana e la Tuda (1927), l’altra opera del drammaturgo raccolta in questo volume, affronta il tema dell’artista che non si fa scrupolo di sacrificare colei che è la sua musa e modella alle proprie velleità creative. Tuda incarna il rapporto tra Vita e Forma che il finale tragico della pièce ricondurrà a quello tra vita e morte.

  • ISBN: 881136521X
  • Casa Editrice: Garzanti
  • Pagine: 240

Dove trovarlo

€8,00

Recensioni

Aggiungi la tua recensione

Citazioni

Al momento non ci sono citazioni, inserisci tu la prima!

Aggiungi citazione

Il Libraio per te

Scopri i nostri suggerimenti di lettura

Ancora alla ricerca del libro perfetto?

Compila uno o più campi e lo troverai