In una ricerca online, l’identikit del lettore in spiaggia: e così si scopre che quest’estate gli italiani leggono prevalentemente gialli d’autore (32%) e romanzi rosa (26%). Ma non solo... - Tutti i dati dello studio promosso da Libreriamo

Stanco della routine e dell’ansia quotidiana, amante del libro cartaceo, si rifugia in vacanza nella lettura per evadere dalla realtà. E’ questo l’identikit del lettore da spiaggia 2015, stando a uno studio promosso dal sito Libreriamo (su circa 1500 persone, uomini e donne di età compresa tra i 16 e i 65 anni, realizzato con metodologia WOA – Web Opinion Analysis -, attraverso un monitoraggio online sui principali social network, blog, forum e community, con focus principale su quelle dedicate alla lettura e ai libri).

Stando alla ricerca, dunque, l’abitudine della lettura non va in vacanza, anzi: ben un italiano su due (52%) decide di portare con sé in vacanza almeno un libro. Amanti del libro come mezzo fondamentale di conoscenza e, perché no, anche di svago, quest’estate gli italiani in spiaggia leggono prevalentemente gialli d’autore (32%) e romanzi rosa (26%), con i più salutisti che opteranno per libri legati al benessere (23%) e saggi filosofici (18%).

Ma chi legge di più sotto l’ombrellone (sempre secondo questo studio)? Anche in estate sono le donne (56%) a leggere più degli uomini (44%), per le quali la passione per la lettura, evidentemente, rappresenta una costante nell’arco dei 12 mesi. Differenze di genere che si presentano in tutte le età: tendono infatti ad essere molto forti tra i 15 e i 17 anni (4 punti percentuale di differenza tra donne e uomini). Tali differenze si riducono progressivamente solo con l’avanzare dell’etù, fino ad arrivare ad un quasi equilibrio tra gli over 65.

In base a quali criteri gli italiani scelgono di leggere il loro libro di queste vacanze? Fondamentale il gusto personale (34%), ma molto rilevante è anche la scelta in base ad uno specifico autore (42%) o genere letterario (38%). Quali altri fattori influiscono nella scelta? Dai rumors che si susseguono sui social (21%), ai blog che promuovono interviste e suscitano attesa e interesse nei confronti di uno specifico libro in uscita (26%), le nuove frontiere del web influiscono nella scelte d’acquisto dei lettori in vacanza.

I generi letterari più gettonati? Chi vuole evadere in una nuova dimensione ammette di preferire gialli d’autore (32%) e romanzi rosa (26%), vivendo storie appassionanti e immedesimandosi in personaggi fantastici, mentre i piu’ salutisti, amanti del benessere sia fisico che psicologico, opteranno per libri legati al benessere (23%) e saggi filosofici (18%).

Su quale tipo di supporto prediligono leggere gli amanti della lettura in spiaggia? La maggioranza (68%) è affezionata e legata al libro cartaceo rispetto all’ebook. Nonostante riconoscano l’utilità dei supporti digitali, con il vantaggio principale di poter contenere un numero consistente di opere in un supporto unico e comodo per gli spostamenti (67%), la maggioranza degli amanti dei libri dichiara di preferire i libri di carta perché affezionata all’odore della carta (56%), al fruscio delle pagine sfogliate (47%) e al fatto di poter conservare i propri libri in una libreria fisica (41%).

LEGGI ANCHE:

Cosa leggere sotto l’ombrellone? 5 generi letterari e i motivi per sceglierli 

Cosa far leggere ai ragazzi d’estate? I consigli della prof-scrittrice: “Non solo classici… E devono scegliere loro…” 

Commenti