Quest'anno il Booker Prize 2019 è stato vinto da due scrittrici, la canadese Margaret Atwood e l’inglese Bernardine Evaristo

Due primi posti. Quest’anno il Booker Prize 2019 è stato vinto da due scrittrici, la canadese Margaret Atwood, autrice de I testamenti (Ponte alle Grazie – nella foto di Jean-Malek), seguito del romanzo cult Il racconto dell’ancella, e l’inglese Bernardine Evaristo con Girl, Woman, Other (Hamish Hamilton).

A contendersi l’edizione 2019 del prestigioso Booker Prize c’erano anche l’autrice angloamericana Lucy Ellmann con Ducks, Newburyport (Galley Beggar Press), il nigeriano Chigozie Obioma, con An Orchestra of Minorities (Little Brown), l’angloindiano Salman Rushdie con Quichotte (Jonathan Cape) e la scrittrice angloturca Elif Shafak, con 10 Minutes 38 Seconds in This Strange World (Viking).

In palio 50mila sterline (quasi 60mila euro). Lo scorso anno la vittoria era andata ad Anna Burns per Milkman (proposto in Italia da Keller).

Commenti