A 33 anni dalla versione cinematografica con Sean Connery, arriva in prima serata su Rai1 la serie televisiva tratta dal libro più celebre di Umberto Eco, "Il nome della rosa", con John Turturro e Rupert Everett nel cast - I particolari

Da stasera, 4 marzo andrà in onda in prima serata su Rai 1 la serie televisiva tratta dal libro più celebre di Umberto Eco, Il nome della rosa (per l’occasione riproposto da Bompiani in una nuova edizione).

Il nome della rosa Umberto Eco

8 episodi, distribuiti in 4 serate, creati da Andrea Porporati, Nigel Williams e Giacomo Battiato (che ne è anche il regista), portano gli spettatori nel mondo medievale creato da Eco, dopo 33 anni dalla famosa versione cinematografica, che aveva visto Sean Connery nel ruolo di Guglielmo da Baskerville, il protagonista.

In questa versione per il piccolo schermo, che verrà trasmessa dalle televisioni di 136 Paesi, dalla Germania all’Australia, dagli Stati Uniti al Canada (la BBC in Inghilterra prevede di mandarla in onda in prima serata), Guglielmo da Baskerville è interpretato da John Turturro. Al suo fianco, nei panni del suo apprendista Adso da Melk, Damien Hardung. A ricoprire il ruolo dell’antagonista del frate francescano creato dalla penna di Eco, l’Inquisitore Bernardo Gui, sarà invece Rupert Everett.

Questa nuova trasposizione televisiva è ambientata in scenari tutti italiani, sparsi tra Lazio e Abruzzo, per esempio l’Eremo di Santo Spirito, il castello di Roccascalegna e il parco archeologico di Vulci. Alcune delle riprese sono state effettuate dal vivo in Umbria, mentre i chiostri e le chiese sono stati ricostruiti all’interno degli studi di Cinecittà.

Commenti