Sono state annunciate le candidature in vista del 22 febbraio. E da "Grand Budapest Hotel" a "The Imitation Game", passando per "Inherent Vice" e "American Sniper", spiccano le pellicole tratte da romanzi e biografie - Trailer e particolari

L’appuntamento atteso dagli appassionati di cinema di tutto il mondo sta per arrivare: il 22 febbraio, a Los Angeles, saranno assegnati gli Oscar 2015 (87esima edizione).
Nel frattempo, sono state appena annunciate le candidature, e sono davvero numerosi i film tratti da libri. Eccoli:

 

-Spicca, con  candidature, Grand Budapest Hotel, diretto da Wes Anderson e ispirato alle opere di Stefan Zweig;

 

-Ben otto le candidature anche per The Imitation Game, diretto da Morten Tyldum e tratto dalla biografia di Alan Turing pubblicata da Bollati Boringhieri;

 

-Sei candidature per American Sniper, diretto da  Clint Eastwood e tratto dal libro autobiografico American Sniper: The Autobiography of the Most Lethal Sniper in U.S. Military History (in Italia pubblicato da Mondadori);

 

-Quattro candidature per La teoria del tutto (The Theory of Everything) di James Marsh, ispirato alla vita di Stephen Hawking, e tratto dalla biografia Verso l’infinito (Travelling to Infinity: My Life With Stephen), scritta da Jane Wilde Hawking, ex-moglie del fisico, e pubblicata in Italia da Piemme;

 

-Due le nomination per Inherent Vice (Vizio di forma), diretto da Paul Thomas Anderson e tratto dall’omonimo romanzo del 2009 di Thomas Pynchon, pubblicato in Italia da Einaudi Stile Libero;

 

-Una nomination per L’amore bugiardo – Gone Girl, diretto da David Fincher e tratto da L’amore bugiardo (Rizzoli) di Gillian Flynn;

 

– Una candidatura per Il sale della terra, documentario co-diretto da Wim Wenders e Juliano Ribeiro Salgado, figlio dell’artista Sebastião Salgado, a cui è dedicato. In Italia Contrasto ha pubblicato numerosi libri del grande fotografo brasiliano;

 

-Una nomination anche per The Hobbit: The Battle of the Five Armies (La battaglia delle cinque armate) prequel del Signore degli Anelli di Tolkien, pubblicato da Bompiani;
-Da segnalare anche Julianne Moore, candidata all’Oscar come miglior attrice per l’interpretazione in Still Alice (scritto e diretto da Richard Glatzer e Wash Westmoreland), tratto da Perdersi di Lisa Genova, pubblicato in Italia da Piemme.

 

-E per concludere va citato anche Maleficent di Robert Stromberg (1 nomination), con Angelina Jolie, remake/spin-off del classico Disney La bella addormentata nel bosco, fiaba amata da tutti i bambini;

LEGGI ANCHE:

I 5 film (tratti da libri) più belli del 2014

Alan Turing e i replicanti: books, film & tech #2

 

 

 

Commenti