In testa il favorito Albinati, poi Affinati e Sermonti. Tra i finalisti dell'edizione 2016 del Premio Strega anche minimum fax e la neonata La Nave di Teseo. L'appuntamento con la finalissima è per l'8 luglio...

Difficile ricordare, almeno negli ultimi anni, una semi-finale del Premio Strega così rapida e poco accaldata: in Casa Bellonci già poco dopo le 21.30 viene infatti comunicata la cinquina del premio letterario più ambito e discusso. E a leggere il risultato è il premio Strega 2015 Nicola Lagioia.

LEGGI ANCHE – Il premio Strega senza polemiche: il commento

E dunque, i cinque libri finalisti, in ordine di arrivo, sono:

I finalisti (fonte immagine: , Twitter)

 

La scuola cattolica di Edoardo Albinati (Rizzoli): 202 voti;

la scuola cattolica

L’uomo del futuro di Eraldo Affinati (Mondadori): 160;

Eraldo Affinati L'uomo del futuro

Se avessero di Vittorio Sermonti (Garzanti): 156;

Il cinghiale che uccise Liberty Valance di Giordano Meacci (minimum fax): 138;

La femmina nuda di Elena Stancanelli (La Nave di Teseo): 102;

La femmina nuda Elena Stancanelli

Resta dunque fuori Giunti, con Antonio Moresco e il suo L’addio (94 voti), fermo in sesta posizione. Mentre passano il turno l’indipendente minimum fax (quarto posto) e la novità del 2016, La Nave di Teseo (con Stancanelli, l’unica donna in cinquina) guidata da Elisabetta Sgarbi (nata nel bel mezzo delle polemiche per l’acquisizione di Rcs Libri da parte di Mondadori).

A proposito del “colosso” editoriale Mondadori, occupa le prime due posizioni, con il favorito Albinati e Affinati subito dietro. Terzo il gruppo editoriale Mauri Spagnol (editore de ilLibraio.it).

Quanto agli altri candidati che non sono riusciti a entrare in finale, al settimo posto si è classificata La figlia sbagliata (Frassinelli) di Raffaella Romagnolo (77), davanti a Rossana Campoche si può però consolare con la vittoria del premio Strega Giovani per l’autobiografico Dove troverete un altro padre come il mio (Ponte alle Grazie): 71 voti.

La reliquia di Costantinopoli (Neri Pozza) di Paolo Malaguti ha ottenuto 69 preferenze; due in meno per Le streghe di Lenzavacche (e/o) di Simona Lo Iacono; più indietro Demetrio Paolin (50 voti, con Conforme alla gloria, Voland) e l’esordiente Luciano Funetta (26, con Dalle rovine, Tunué).

L’appuntamento con la finalissima è per l’8 luglio. Finora, quella 2016 è anche stata l’edizione con meno polemiche degli ultimi anni. Staremo a vedere se sarà così fino all’ultimo…


LEGGI ANCHE – I ragazzi delle scuole hanno scelto il loro premio Strega 2016: Rossana Campo 

Commenti