James Patterson, lo scrittore più venduto al mondo, e Bill Clinton, firmano un thriller molto atteso, "Il presidente è scomparso". Dal 4 giugno in libreria, in contemporanea mondiale

“La Casa Bianca è un mondo emozionante da esplorare…”. Parola di James Patterson, lo scrittore più venduto al mondo, autore di un thriller molto atteso, scritto a quattro mani: il co-autore de Il presidente è scomparso, in uscita in Italia per Longanesi il 4 giugno, in contemporanea mondiale, è infatti Bill Clinton.

Per l’ex presidente degli Usa si tratta dell’esordio letterario. Inevitabile che si parli di uno dei casi editoriali dell’anno, con oltre due milioni di copie come prima tiratura nei soli Stati Uniti, e una grande attenzione da parte dei media.

Non solo la stampa: anche i lettori incontreranno Clinton e Patterson, a New York, Washington e in altre venti città americane. Un tour di due settimane che partirà il 3 giugno dal BookCon, con un grande evento pubblico.

Un libro che presto diventerà anche una contesa serie tvIl presidente è scomparso, già annunciata da Showtime. Non a caso, il thriller viene associato a Homeland e House of Cards.

A proposito del suo debutto, l’ex presidente Clinton (il 42esimo nella storia del paese, in carica dal 1993 al 2001) ha dichiarato: “Scrivere un libro su un presidente in carica – su quello che so del suo lavoro – della mia vita alla Casa Bianca e su come funzionano gli ambienti di Washington – è stato molto divertente. Lavorare con James è stato fantastico. Sono da tempo un suo fan”.

Ma cosa racconta il thriller? Il presidente è scomparso viene presentato come “una storia mozzafiato ambientata nelle più alte sfere del potere mondiale“. L’ambientazione, del resto, è affascinante: la residenza del presidente degli Stati Uniti, la persona più osservata, controllata e protetta al mondo. Ma com’è possibile che il presidente scompaia apparentemente senza lasciare traccia? E mentre un sicario del tutto particolare si prepara a compiere un attentato, il Presidente deve difendere non soltanto le proprie scelte, difficili e determinanti, ma anche un segreto che lo riguarda e di cui solo pochissime persone sono a conoscenza…

Trama avvincente a parte, il libro ha inoltre il merito di rendere davvero l’idea di cosa voglia dire sedersi nello Studio Ovale: le eccezionali pressioni, le decisioni lampo, il potere che corrode…

Per Clinton, tra l’altro, non si tratta di un esordio assoluto in libreria: il suo memoir My life, uscito nel 2004, ha venduto solo negli Usa ben due milioni di copie.

Un’ultima curiosità: negli Usa il romanzo sarà pubblicato dal doppio marchio Little, Brown and Company e Knopf, perché l’editore di Patterson e quello di Clinton non hanno voluto rinunciare a Il presidente è scomparso

 

Commenti