"Pulp Libri" nacque nel 1996 come inserto di "Rumore" dedicato ai libri. Le pubblicazioni cessarono nel 2013, ma ora, grazie a Umberto Rossi e Nico Gallo, la rivista torna online

Dalla carta al web: Pulp Libri rinasce, come rivista letteraria online. Umberto Rossi e Nico Gallo, collaboratori storici, da alcuni mesi avevano ripreso a pubblicare recensioni sui social, chiamando a raccolta parte del vecchio staff e nuove leve. Ora la scelta di dar vita a un vero e proprio sito letterario. In cui, tra le altre cose, si ricorda che Pulp Libri nacque come inserto di Rumore, rivista di cultura musicale pubblicata dalle Edizioni Apache di Claudio Sorge. Il debutto in edicola dell’inserto dedicato ai libri è datato aprile 1996: “la rivista proclamava sulla copertina il suo progetto di occuparsi delle ‘letterature di fine millennio'”.

pulp libri

La rivista ha cessato di esistere nel luglio del 2013, dopo 17 anni di uscite bimestrali regolari. Spiegano i promotori del rilancio online del progetto: “Questa nuova versione di Pulp Libri presenterà alcune importanti innovazioni rispetto all’edizione cartacea. Però dell’esperienza storica intendiamo mantenere quella sobrietà, indipendenza e autonomia che furono il punto di vista caratterizzante di tutta quell’esperienza editoriale”.

Commenti