Il nostro sistema bancario è solido? Quanto è affilata la spada di Damocle del nostro debito pubblico? Domande a cui risponde il giornalista americano nel suo nuovo libro

Alan Friedman (nella foto di Basso Cannarsa, ndr), uno dei giornalisti americani più noti in Italia, esperto di economia e politica, autore di numerosi libri (tra cui Tutto in famiglia, La madre di tutti gli affari, Il bivio, Ammazziamo il Gattopardo, My Way. Berlusconi si racconta a Friedman, Questa non è l’America e Dieci cose da sapere sull’economia italiana), torna con un nuovo saggio, Questa non è l’Italia, pubblicato da Newton Compton.

questa-non-e-litalia friedman

Nel volume Friedman racconta i maggiori cambiamenti cui sta andando incontro l’Italia. Per l’autore, osservatore delle nostre dinamiche politico-economiche, la situazione è molto critica e tante sono le questioni su cui riflettere: l’immigrazione è veramente un’emergenza nazionale? Le regole della moneta unica possono essere realmente riviste? Il nostro sistema bancario è solido? Quanto è affilata la spada di Damocle del nostro debito pubblico? Rischiamo un’altra crisi?

Nella sua analisi, Friedman guarda anche al futuro dell’Europa, alle mutevoli dinamiche geopolitiche e alle travagliate relazioni tra il Vecchio Continente e la Russia, la Cina e gli Stati Uniti di Donald Trump.

Commenti