La lettera-appello dello scrittore, che fa parte degli Amici della Domenica: "La tua partecipazione romperebbe gli equilibri di un gioco scontato. Questo riconoscimento storico non deve più essere uno scambio di voti e favori"

“Cara Elena Ferrante, ti scrivo non conoscendoti di persona, ma come lettore, e credo sia il tipo di conoscenza che prediligi…”. Con una lettera-appello pubblicata da Repubblica, Roberto Saviano prova a convincere la misteriosa Ferrante a candidarsi allo Strega, il premio letterario italiano più ambito e discusso: “La tua partecipazione romperebbe gli equilibri di un gioco scontato. Questo riconoscimento storico non deve più essere uno scambio di voti e favori”. E nel corso della lunga lettera Saviano (tra i giurati del premio) aggiunge: “Ho bisogno del tuo consenso e di un altro Amico della domenica che ti proponga”.

Via Twitter, poi, Saviano fa sapere che l’altro giurato che candiderà Elena Ferrante sarà Serena Dandini.

Da mesi circolano le voci sulla possibile presenza al premio dell’autrice pubblicata da E/O. Ma l’editore, Sandro Ferri, ha sempre smentito questa possibilità (leggi l’intervista a IlLibraio.it), che sarebbe invece gradita alla Fondazione Bellonci, in quanto romperebbe gli equilibri.

Elena Ferrante è lo pseudonimo di una scrittrice, o di uno scrittore (c’è chi in passato ha fatto il nome del critico letterario Goffredo Fofi, chi dello stesso Ferri, chi di Domenico Starnone, chi di altri autori o personalità del mondo dell’editoria), in passato già candidata allo Strega, molto apprezzata dal pubblico e dalla critica letteraria Usa.

Saviano sarà riuscito a convincere Elena Ferrante e il suo editore? La risposta si conoscerà tra non molto…

LEGGI ANCHE:

La misteriosa Elena Ferrante si toglie un po’ di sassolini dalla scarpa…

L’editore Sandro Ferri (E/O): “Grazie alla Ferrante cresciamo anche negli Usa”

Commenti