Nel libro "Il banchiere di lucifero. Come ho distrutto il segreto bancario svizzero", Bradley C. Birkenfeld conduce il lettore dietro le quinte del dorato mondo bancario privato elvetico

Bradley ce l’ha fatta: è arrivato in cima alla scala dorata della finanza. Può permettersi di girare in Ferrari e di annaffiare le sue cene con lo champagne, i suoi clienti lo invitano in vacanze in yacht e sui loro jet privati. Il prezzo di questo successo? “Solo” vendersi l’anima al sistema bancario svizzero, lavorando come esperto di aziende offshore e operazioni finanziarie ai limiti – e oltre i limiti – della legalità. Il suo mestiere è infatti nascondere per conto dei suoi clienti milioni di dollari, schermandoli da partner commerciali, coniugi e autorità fiscali.

Il banchiere di lucifero. Come ho distrutto il segreto bancario svizzero

Fino a che Bradley fa i conti con se stesso e decide di rivoltarsi contro il mondo corrotto di cui fa parte. Denuncia la grande banca svizzera per cui lavora, UBS, e di fatto se stesso. Viene arrestato e condannato, nonostante aiuti il Tesoro statunitense a recuperare più di 15 miliardi di dollari tra imposte evase e sanzioni. Finirà in carcere, ma riceverà un premio per il suo contributo all’accertamento della verità…

Bradley C. Birkenfeld

Nel libro Il banchiere di lucifero. Come ho distrutto il segreto bancario svizzero (RaiEri) Bradley C. Birkenfeld conduce il lettore dietro le quinte del dorato mondo bancario privato elvetico, dei suoi segreti meglio custoditi e della sua clientela più ricca e potente, tra cene di lusso, frodi, guerre intestine e confessioni personali. Una rivelazione shock sull’impero dell’illecito, che ha subito, grazie a lui, un duro colpo, ma che resiste e prospera in molte parti del mondo.

 

 

Commenti