In attesa di vedere come andrà la notte degli Oscar per "Grand Budapest Hotel", ecco un viaggio sorprendente nella storia del cinema e nella letteratura. Spazio, tra gli altri, a "Psyco" di Alfred Hitchcock, a "Shining" (dal romanzo di Stephen King al film di Stanley Kubrick) e al Marigold Hotel...

 

Nome: Grand Hotel

Dove: Berlino

Creato da: Vicki Baum nel romanzo Menschen im Hotel (1932).

Appare nel film: Grand Hotel (1932) di Edmund Goulding.

Ospiti: Greta Garbo (Madame Grusinskaya, la ballerina tormentata), John Barrymore (Felix von Geigern, il barone ladro), Joan Crawford (Flaemmchen, la segretaria arrivista), Wallace Beery (Preysing, l’industriale rozzo), Lionel Barrymore (Otto Kringelein, l’umile impiegato).

Esiste davvero? No. Tuttavia è servito da ispirazione per costruire l’MGM Grand Hotel and Casino (diventato ora il Bally’s Las Vegas).

 

-Nome: Hotel Largo

Dove: Key Largo, Florida

Creato da: Maxwell Anderson nel dramma teatrale Key Largo (1939).

Appare nel film: L’isola di corallo (1948) di John Huston.

Ospiti: Humphrey Bogart (Frank McCloud, il reduce della seconda guerra mondiale), Lauren Bacall (Nora Temple, la vedova), Lionel Barrymore (James, il padre di Nora), Edward G. Robinson (Johnny Rocco, il gangster)

Esiste davvero? No. L’Hotel Largo è stato interamente costruito in uno dei teatri di posa della Warner Bros. A Key Largo, tuttavia, esiste un hotel «sott’acqua» in cui è possibile alloggiare e addirittura sposarsi. A patto di essere subacquei certificati.

 

-Nome: Overlook Hotel

Dove: Colorado

Creato da: Stephen King nel romanzo Shining (1977).

Appare nel film: The Shining (1980) di Stanley Kubrick.

Ospiti: Jack Nicholson (lo scrittore Jack Torrance), Shelley Duvall (Wendy, sua moglie), Danny Lloyd (Danny, il loro figlio).

Esiste davvero? Sì e no. Gli esterni dell’albergo sono quelli del Timberline Lodge, a Mount Hood, nell’Oregon. Gli interni sono stati realizzati dallo scenografo Roy Walker negli Elstree Studios, in Inghilterra, adattando spunti e suggestioni di vari hotel: dal Biltmore Hotel in Arizona viene per esempio il bagno tutto rosso, mentre la lobby, le finestre, il caminetto e i lampadari sono «presi» dall’Ahwahnee Hotel, che si trova nello Yosemite National Park, in California. (Per un tour completo delle location di Shining, c’è questo video)

 

-Nome: Bates Motel

Dove: Arizona

Creato da: Robert Bloch nel romanzo Psycho (1959), che uscì per la prima volta in Italia col titolo Il passato che urla.

Appare nel film: Psyco (1980) di Alfred Hitchcock.

Ospiti: Janet Leigh (Marion Crane), Anthony Perkins (Norman Bates) e ?? (la madre di Norman).

Esiste davvero? No. Sia il motel sia la casa di Norman Bates sono stati costruiti all’interno degli  Universal Studios. Negli anni – e a causa dei vari sequel – sono stati spostati diverse volte, rimanendo comunque una delle attrazioni più amate dai turisti.

 

-Nome: Marigold Hotel

Dove: Jahipur

Creato da: Deborah Moggach nel romanzo Mio suocero, il gin e il succo di mango (2005).

Appare nel film: Marigold Hotel (2012) di John Madden.

Ospiti: Judi Dench (Evelyn Greenslade, la vedova), Penelope Wilton e Bill Nighy (Douglas e Jean Ainslie, la coppia in difficoltà economiche), Ronald Pickup (Norman Cousins, lo scapolo impenitente), Celia Imrie (Madge Hardcastle, la pluridivorziata), Tom Wilkinson (Graham Dashwood, l’ex giudice), Maggie Smith (Muriel Donnelly, la casalinga).

Esiste davvero? Sì. È il lussuoso Ravla Khempur, un ex palazzo reale trasformato in albergo, nel Mewar, in India. E, benché l’intento dello scenografo Alan McDonald fosse di rendere gli interni un po’ meno «regali», alcuni cambiamenti apportati sono stati mantenuti fino a oggi.

*L’autrice, grande appassionata di cinema, è direttore editoriale della casa editrice Nord

LEGGI ANCHE:

Nomination agli Oscar 2015, spiccano i tanti film tratti da libri

I 6 scienziati più “pericolosi” del cinema (e i libri che li hanno ispirati)

Alan Turing e i replicanti: books, film & tech #2

Commenti