Qual è il sesso degli angeli? La domanda non sembra aver risposta, ma profili ben delineati di queste creature celesti si possono ritrovare in canzoni, libri, film e serie tv stupendosi, a volte, di quanto possano essere... umani - Speciale con video e particolari

“Descending Angel, stand by my side”, “angelo caduto resta al mio fianco”, cantavano i Mistifts in Descending Angel; “Here I am, will you send me an angel?”, “sono qui, mi manderai un angelo?”, facevano eco gli Scorpions in Send me an angel; nel panorama italiano recente (passando dal rock al pop sanremese), “Angelo prenditi cura di lei”, chiede, Francesco Renga per sua figlia con la canzone Angelo, mentre Gianni Morandi e il compianto Lucio Dalla cantavano “Siamo angeli con le rughe un po’ feroci sugli zigomi, forse un po’ più stanchi ma più liberi”, nel loro duetto Vita.

Gli angeli sono sempre stati custodi degli uomini, esseri spirituali inviati di Dio (o degli dei) sulla terra per guidarli durante il percorso della vita; “angelo”, nella tradizione greca antica, significava appunto messaggero e il significato è stato nel tempo ereditato dalle maggiori culture: mesopotamica, ebraica, islamica e cristiana.

“Ci sono anche se non si vedono. Questa era, una volta, la principale caratteristica degli angeli, presenze su cui contare, esseri discreti, impalpabili, trasparenti e insieme spiriti-guida capaci di indicare la via. Ciò prima che prendessero corpo come fenomeno diffuso. Oggi, angeli se ne avvistano dappertutto …”, ha scritto recentemente La Lettura del Corriere della Sera.

Protagonisti nella storia dell’arte cristiana (italiana in particolare) del passato, per motivazioni religiose facilmente immaginabili, fortemente presenti nelle canzoni, invocati a protezione dell’amata o a consolazione delle sfortune della vita, gli angeli sembrano essere molto apprezzati anche dal mondo degli scrittori e dei lettori.

– Avrò cura di te  (Longanesi) di Massimo Gramellini e Chiara Gamberale, bestseller degli ultimi mesi, è la storia di Giò (Gamberale) e del suo angelo custode Filèmone (Gramellini): un continuo dialogo epistolare iniziato con un biglietto ritrovato la sera di San Valentino, in cui la nonna di Giò (defunta da poco tempo) scrive al proprio angelo custode e, lei, decide di fare lo stesso…

gramellini

 – Il ragazzo invisibile (Salani), scritto da Alessandro Fabbri, Stefano Sardo e Ludovica Rampoldi, sceneggiatori dell’omonimo film di Gabriele Salvatores, racconta la storia di Michele, 13enne come ce ne sono tanti, impopolare a scuola, snobbato dalle ragazze e, in particolare, da Stella (che lui invece apprezza molto), appassionato di fumetti: proprio i fumetti saranno il punto di svolta della sua vita quando, un bel giorno, si scoprirà invisibile come uno dei suoi eroi…

 

I diari dell’angelo custode (Longanesi) di Carolyn Jess-Cooke è la storia di Margot, cresciuta senza genitori, incapace di ricambiare un grande amore e inabile a salvare il proprio figlio da un destino infelice; quando muore, sola, diventa un angelo custode e dovrà proteggere una vita mortale. Scopre però che, per volere divino, o forse del fato, l’essere umano che le è stato affidato altri non è che sè stessa…

angelo

Tra gli altri libri che affrontano tematiche legate agli angeli, come ricorda sempre La Lettura: Die for me di Amy Plum (De Agostini, traduzione di Gloria Pastorino); Il vero controllore  del popolo di Andrei Kurkov (Keller, traduzione di Rosa Mauro); Professione angelo custode di Arto Paasilinna (Iperborea, traduzione di Francesco Felici); Lo straordinario mondo di Ava Lavender di Leslye Walton (Sperling & Kupfer, traduzione di Alessandra Petrelli); Gli angeli sorridono ai bambini di Craig Warwick (Rizzoli); Guarire con gli angeli. Come ricevere l’aiuto degli angeli in tutte le situazioni della tua vita di Doreen Virtue (My Life Edizioni, traduzione di Daniela Cattaneo; Visite in paradiso e istruzioni per l’aldilà di Mark Twain (Mattioli 1885, a cura di Livio Crescenzi); per gli appassionati delle creature celesti è consigliata l’antologia Angeli. Ebraismo Cristianesimo Islam (Neri Pozza, a cura di Giorgio Agamben ed Emanuele Pozza).

angeli sorridono

 

twain

E anche alcuni libri di Teresa Cheung, vera “esperta del settore”: Parlando con il cielo. Continuare a parlare con i propri cari anche “dopo” (tre60), Messaggi di luce. Storie e testimonianze dall’aldilà (tre60), Sfiorati da un angelo. Storie d’amore, guarigione e incontri che cambiano la vita (TEA), Un angelo ha sussurrato il mio nome (TEA), C’è un angelo accanto a te. Impara a riconoscere le presenze celesti nella tua vita e a comunicare con loro (TEA).

Senza dimenticare Angelology(Nord) di Danielle Trussonila storia di Evangeline, una 12enne che viene affidata alle suore e poi decide di prendere i voti e si occupa della biblioteca del convento che ospita una collezione di immagini angeliche: proprio gli angeli, nelle più svariate sfaccettature, sono i protagonisti della storia…

angelology

Oltre al già citato film di Salvatores, gli angeli sono da sempre personaggi fondamentali o addirittura protagonisti di alcuni capolavori del grande schermo:

– Il cielo sopra Berlino (1987), film cult di Wim Wenders premiato per la miglior regia al festival di Cannes, ispirato parzialmente alle poesie di Rainer Maria Rilke, è la storia di due angeli chiamati Damiel, interpretato da Bruno Ganz, e Cassiel, inscenato da Otto Sander. I due  vagano nella Berlino anni ’80 come entità invisibili e impercepibili: il loro scopo è vedere, comprendere, memorizzare e preservare la realtà cittadina. Hanno sempre vissuto a Berlino e l’hanno vista mutare nel tempo, ma non hanno interazioni con il mondo sensibile fino a quando Damiel non si innamorerà di Marion, trapezista di un circo che balla da sola nel suo camper sulle note di Nick Cave and The Bad Seeds, e, secondariamente, incontrerà Peter Falk che in passato era un angelo che decise di rinunciare alla sua immortalità e vivere nel mondo reale…

– Fallen, tratto dal primo capitolo dell’omonima saga urban fantasy di Lauren Kate (Rizzoli), arriverà nei cinema quest’estate: il film di Scott Hicks riprende la trama del libro raccontando la storia di Lucinda “Luce” Price, 17enne che si ritroverà in riformatorio con due ragazzi che scoprirà essere due angeli caduti, da sempre innamorati di lei…

Molto spesso le trame delle serie televisive, specialmente americane, vedono protagonisti scontri tra bene e male, creature mitiche dell’oscurità e della luce che si contendono il mondo:

– Dominion (in onda sul canale Syfy della Nbc), racconta di una guerra tra angeli, guidati dall’arcangelo Gabriele, e uomini, ritenuti i veri colpevoli dell’assenza di Dio…

 

– The Messengers prodotta da Eoghan O’Donnell, Basil Iwanyk, Kent Kubena e Ava Jamshidi, racconta di cinque “eletti” morti per l’impatto di un misterioso oggetto con la terra, i quali vengono fatti risuscitare e diventano angeli caduti, col compito di evitare l’Apocalisse…

 

Nella nuova stagione dell’amatissima serie Braccialetti rossi (Salani),  ispirata al libro di Albert Espinosa, il personaggio di Davide, interpretato da Marco Trovato, riappare con sembianze di angelo, una volta richiamato in vita…

Tra le altre serie, note e meno note, meritano nel nostro caso una menzione speciale Dark Angel di James Cameron e Angels in America con Al Pacino, Meryl Streep ed Emma Thompson.

Troppo spesso ci capita di dire che l’inferno vero è sulla terra, lo si vede tutti i giorni nei telegiornali, lo si affronta nella vita personale, ma perché non pensare che ci sia anche un pezzettino di paradiso sulla Terra?

“Ho visto e incontrato angeli vestiti da persone ordinarie che vivono vite ordinarie”, Tracy Chapman, Heaven’s on Earth.

LEGGI ANCHE:

Dal libro alla serie tv, dalla serie tv a (un altro) libro: Braccialetti rossi 

 

 


Commenti