“Chernobyl 01:23:40” di Andrew Leatherbarrow è il libro che ha ispirato lo sceneggiatore della serie tv, di cui si è molto parlato, che ha raccontato il disastro nucleare a oltre 30 anni dall'accaduto...

Una delle serie tv rivelazione di quest’anno è senza dubbio Chernobyl, creata e scritta da Craig Mazin e diretta da Johan Renck per Sky Atlantic. La serie, in cinque episodi, ricostruisce il disastro nucleare a oltre 30 anni dall’accaduto, seguendo gli uomini e le donne che si sono sacrificati per salvare il mondo.

Chernobyl 01:23:40 – La vera storia del disastro nucleare che ha sconvolto il mondo (Salani) è il libro che ha ispirato Mazin nella ricostruzione storica, frutto di cinque anni di ricerca da parte di Andrew Leatherbarrow.

Chernobyl 01:23:40

L’autore si è chiesto per diverso tempo come sarebbe stato attraversare le zone fantasma della città, immaginare la vita prima della tragedia: quel non-luogo aveva un fascino fuori dal comune. Per questo, Leatherbarrow dopo essersi imbattuto nell’annuncio di un viaggio organizzato a Pripyat, nella zona di alienazione, durante il quale avrebbe avuto libero accesso all’area, decide di iniziare un’indagine. Lo stesso Mazin ha dichiarato in un tweet di aver usato le ricerche dello scrittore inglese per documentarsi, perché “combina perfettamente ricostruzione storica e racconto umano“.

Il libro Chernobyl 01:23:40 è un resoconto accessibile ma completo di ciò che è realmente successo il 26 aprile 1986 nella centrale nucleare ucraina. L’evento, avvenuto precisamente alle 01:23:40, quando Alexander Akimov premette il pulsante di arresto di emergenza nel quarto reattore nucleare, fu un piccolo gesto che però obbligò all’evacuazione permanente di città e uccise migliaia di persone paralizzando l’URSS. Per decenni storie contrastanti e imprecise si sono generate sull’accaduto.

Il libro di Leatherbarrow risponde a quelle domande che negli anni hanno tormentato chiunque venisse a conoscenza del disastro: perché è esploso il reattore? Quando è successo e, soprattutto, perché? Segue la vicenda dalla lotta disperata per impedire a un nucleo di reattore in fiamme l’irradiazione dell’Europa orientale, passa dall’auto-sacrificio degli uomini che sono entrati in campi di radiazione così forti che le macchine non avrebbero funzionato, alla verità sui leggendari Chernobyl divers.

Inoltre, Chernobyl 01:23:40 si completa con più di 45 pagine fotografie dell’odierna Pripyat e diagrammi tecnici della centrale elettrica.

Commenti